Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/coronavirus-conte-in-aula-intervengono-big-e-capigruppo-41edaae2-cd40-4429-99d6-cc79c7888fd4.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Informativa a Montecitorio

Coronavirus, Conte alla Camera: "Verso nuovo decreto per altri 25 miliardi"

Il presidente del Consiglio: "Crisi senza precedenti, giorni terribili. Il governo ha agito con determinazione e assoluta speditezza. Serve una significativa risposta per l'economia. Ad aprile tutela asset strategici. Il Governo lavora a strumenti di debito comune dell'Eurozona. Uniti ne usciremo presto". Mattarella firma nuovo decreto

Condividi
È iniziata alle 18, nell'Aula della Camera, l'informativa urgente del presidente del Consiglio. È la prima volta da quando è scoppiata l'emergenza coronavirus.

Ogni gruppo - la cui presenza nell'emiciclo è stata ridotta a un sesto dei deputati per garantire la distanza di sicurezza - ha a disposizione 10 minuti di tempo per il dibattito successivo al discorso del premier. Nell'elenco ufficiale degli interventi previsti, figurano alcuni big e quasi tutti i capigruppo, fatta eccezione per la Lega, che ha affidato l'intervento a Guido Guidesi, il primo deputato in quarantena quando Codogno fu dichiarata zona rossa, mentre per Fratelli d'Italia interverrà la presidente, Giorgia Meloni.

La diretta sul Canale YouTube della Camera dei Deputati

 

Conte: crisi senza precedenti, giorni terribili
"La diffusione" del coronavirus "ha innescato una crisi senza precedenti", c'è un impatto negativo sull'intero sistema produttivo, "sono giorni terribili. È un dolore che si rinnova costantemente. Non avremmo mai pensato guardare immagini con file piene di bare cariche di nostri concittadini. Ai familiari" delle vittime del virus "va la nostra vicinanza" ha detto il premier Giuseppe Conte. "Voglio ringraziare" tutti i medici e gli infermieri che stanno lavorando in prima linea, ha aggiunto il presidente del Consiglio.

Il premier Conte anche sulla sua pagina Facebook ha trasmesso la diretta del suo intervento alla Camera

"Governo ha agito con determinazione e assoluta speditezza"
"Il Governo - ha aggiunto il capo dell'Esecutivo - ha agito con la massima determinazione e con assoluta speditezza" fin dall'inizio dell'emergenza Coronavirus. Conte ha rimarcato che il Governo ha adottato "misure di precauzione già dal 22 gennaio, ben prima che l'Oms decretasse il Coronavirus emergenza di salute pubblica".

"Serve significativa risposta per l'economia"
"Il governo -  ha dichiarato il premier - è consapevole che la pandemia è non solo una complessa sfida sul piano sanitario ma richiede una significativa risposta economica a livello nazionale, europeo e mondiale. Per questa ragione da subito abbiamo preso provvedimenti economici volti a tutelare lavoratori e imprese".

"Nuovo Dl da almeno 25 miliardi su credito-liquidità"
"Stiamo lavorando per incrementare il sostegno alla liquidità e al credito che già, con il decreto "Cura Italia" già adottato, è in grado di mobilitare la cifra di 350 miliardi di euro. Con il nuovo intervento normativo, a cui stiamo già lavorando, confidiamo di pervenire a uno strumento complessivo altrettanto significativo rispetto a quanto sin qui operato. Interverremo anche con stanziamenti aggiuntivi di non minore importo rispetto ai 25 miliardi già stanziati con il primo decreto". 

"Dl aprile tutela asset strategici"
"Tuteleremo gli interessi strategici. I più preziosi asset del Paese vanno protetti con ogni mezzo" - ha detto Conte - il governo lo farà "attraverso il provvedimento che stiamo
predisponendo per aprile".

"Strumenti debito comune Eurozona"
"L'Italia sta lavorando alla creazione di strumenti di debito comune dell'eurozona", ha aggiunto il presidente del Consiglio parlando alla Camera.

"Uniti ne usciremo presto"
"Continueremo nel nostro ordinamento interno a operare con la massima determinazione, con il massimo coraggio e con la massima fiducia che restando uniti ne usciremo presto". Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha concluso la sua informativa alla Camera sull'emergenza Coronavirus.

La Lega a Conte: "Niente appello a opposizione"
"Il fondo per come è strutturato non può funzionare per le aziende. Non bastano le risorse né gli strumenti. Non ho ancora sentito un appello alla collaborazione della opposizione cui non si può solo chiedere di non fare polemiche". Lo dice nell'Aula della Camera Guido Guidesi della Lega, il deputato di Codogno che attacca il premier Conte sulle critiche da lui fatte all'ospedale della zona rossa. "Avete creato nei cittadini solo confusione, a cominciare dalle autocertificazioni, tre tipi, ve le potevate risparmiare...", conclude.

Meloni: "Siamo in guerra, vogliamo combattere"
Siamo contenti di questa occasione di confronto parlamentare col governo, l'abbiamo caldeggiata. Caldeggiamo qualcosa di più, non semplici comunicazioni al Parlamento. Il punto è collaborare sul serio: per questo abbiamo insistito nel dire che il Parlamento dovesse fare di più. Siamo in guerra, non vogliamo disertare, vogliamo combattere". Così la leader di Fdi, Giorgia Meloni, intervenendo in aula dopo l'informativa del premier, Giuseppe Conte, sull'emergenza Coronavirus. "Per questo sin dall'inizio FdI ha chiesto di collaborare, abbiamo chiesto una cabina di regia, non basta una comunicazione". Meloni ha aggiunto: "Speriamo che nel Cura Italia vengano accolte alcune delle nostre proposte", sottolineando che le misure contenute nel provvedimento sono "un cerotto, per curare l'Italia serviranno miliardi e forse anche un'altra mentalità" o si rischia la "desertificazione". Per FdI bisogna dare "libertà ai cittadini da burocrazia, vincoli". Infine, il capitolo Europa: "È sotto gli occhi di tutti, proprio in questa emergenza, la crisi dell'Ue. L'Europa deve decidere se vuole esistere o no e l'inizio non è stato confortante".

Boschi a Conte: "Serve comunicazione chiara"
Alle persone colpite "dobbiamo assicurare fin da adesso che avranno la possibilità di vedere accertate le responsabilità. Credo che ci sarà un giorno in cui questo Parlamento, anche con una commissione d'inchiesta, dovrà verificare cosa è accaduto. La responsabilità pesa meno se condivisa, perché un uomo solo non basta mai. Noi ci siamo e credo che ci siano anche le opposizioni. Credo che dobbiamo collaborare. Degli errori ci sono stati, cerchiamo di evitare di ripeterli". Lo dice il capogruppo Iv Maria Elena Boschi in Aula alla Camera. E dopo aver chieesto a Conte una "comunicazione più chiara", Boschi fa una proposta: "Noi come gruppo di Iv proponiamo di equiparare medici e infermieri che ci hanno lasciato alle vittime del dovere".

Fornaro: "Italiani si ricorderanno di chi ha fatto solo campagna elettorale"
"Pieno sostegno all'azione del presidente del Consiglio Conte, del ministro della Salute Speranza e a tutto il governo chiamati ad affrontare, insieme a tutti i cittadini, un'emergenza sanitaria con pochi precedenti nella storia italiana". Lo ha detto il capogruppo di Leu, Federico Fornaro, intervenuto in aula dopo l'informativa del premier Giuseppe Conte alla Camera sul Coronavirus. "Oggi più che mai c'è bisogno di unità e responsabilità istituzionale e sarebbe utile mettere da parte le polemiche strumentali. Gli italiani si ricorderanno di quelli che stanno lavorando per portare fuori l'Italia da una delle peggiori crisi della sua storia e chi invece ha continuato la campagna elettorale permanente come se niente fosse per basse ragioni di consenso".

Mattarella firma nuovo decreto
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto del governo che contiene le nuove misure ristrettive per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Lo si è appreso da fonti del Quirinale.
 
Condividi