Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/coronavirus-fontana-dati-linea-quelli-ieri-8fd86e3c-05c9-4acb-a2cd-18e18cdc20d0.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Coronavirus

Fontana: "Dati in linea con quelli di ieri"

La Regione Lombardia ha approvato una delibera che prevede "l'isolamento di tutti i positivi", tanto asintomatici quanto con "piccoli sintomi", nelle proprie abitazioni o in strutture come ospedali militari o alberghi 

Condividi
“Mi sembra di poter dire che siano in linea con quelli di ieri". Lo ha detto nel corso di una comunicazione alla stampa il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana parlando del bilancio di vittime e contagi da coronavirus in regione.

Accelerare sperimentazione farmaco giapponese
"Sono questioni rigorosamente  scientifiche e, dopo il recente Dpcm, la sperimentazione di questo farmaco giapponese non può essere effettuata a livello regionale ma esclusivamente da Aifa. Chiederò quindi al ministro Speranza di accelerare il più possibile questa sperimentazione  in modo da avere una risposta rapida per capire se possa o meno essere utilizzato". Così il presidente della Regione Lombardia Fontana ha parlato del farmaco antinfluenzale utilizzato in Giappone per bloccare il coronavirus.
 
Chiesto a Viminale se prevale ordinanza o Dpcm
"Ho inviato una nota formale al ministro dell'Interno Lamorgese, con la quale ho avuto anche una telefonata prima dell'invio, con la quale chiedo che il ministero esprima il suo parere se si debba applicare l'ordinanza della Regione o il Dpcm", dove c'è un conflitto, perchè quella della Regione prevede limitazioni maggiori, ha detto il presidente della Regione Lombardia. "Il nostro ufficio legale e i giuristi che abbiamo  consultato - ha aggiunto – ci dicono che deve prevalere la nostra ordinanza, ma abbiamo chiesto al ministro perché in questo momento non si deve creare alcun conflitto".
 
Alberghi per isolamento positivi
La Regione Lombardia ha approvato una delibera che prevede "l'isolamento di tutti i positivi" al Coronavirus, tanto asintomatici quanto con "piccoli sintomi", nelle proprie abitazioni o in strutture come ospedali militari o alberghi per i casi in cui le abitazioni non siano abbastanza grandi. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, durante un videocollegamento per fare il punto sull'emergenza Coronavirus. La delibera, ha aggiunto Fontana, prevede un coinvolgimento dei medici di base nel monitoraggio delle condizioni di questi pazienti. "Faranno un monitoraggio costante, cercheranno di controllare tutte le situazioni di coloro che non hanno la necessità di andare in ospedale" ha continuato. "Dobbiamo iniziare gradualmente, gli ospedali militari pronti, un albergo a Milano è disponibile, intanto faremo accordi con altri alberghi", ha concluso aggiungendo che, in caso di carenza, queste strutture potranno anche essere sequestrate.

Apriamo ospedali da campo, arrivano medici
"L'ospedale della Fiera sta procedendo, ieri abbiamo fatto una ricognizione e andiamo avanti nei tempi stabiliti. A Cremona è partito l'ospedale da campo con la gestione di una ong statunitense. A Crema stanno arrivando i medici cubani per aiutare nell'ospedale da campo, mentre a Bergamo a breve sarà operativo l'ospedale da campo degli Alpini. Arriverà un gruppo di medici russi che agevoleranno il lavoro del nostro personale: dovrebbero arrivare a ore. Infine al San Raffaele oggi dovrebbero entrare i primi pazienti nella nuova struttura. Stiamo ricevendo poi l'elenco dei medici italiani che hanno dato disponibilità a venire in Regione Lombardia. Come vedete stiamo mettendo in campo tutto il necessario in questo momento". 
Condividi