Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/coronavirus-in-brasile-superati-i-1000-morti-in-un-giorno-camera-approva-uso-obbligatorio-delle-mascherine-01cf02d1-2d16-46db-9010-c02ce7037468.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

La pandemia nel mondo

In Brasile superati i 1.000 morti in un giorno. Via libera all'idrossiclorochina

Studio Università Brasile: i veri contagi sono molti di più

Condividi
Un nuovo protocollo del ministero della Sanità del Brasile raccomanda l'uso dell'idrossiclorochina per il trattamento dei casi meno gravi di Covid-19. Su Twitter il presidente Jair Bolsonaro parla del nuovo protocollo come di una "speranza" nella lotta contro il coronavirus, "come riportato da molti che l'hanno usata".

La somministrazione deve avvenire su prescrizione medica e con il consenso del paziente che - stando al portale di notizie G1 - deve firmare una liberatoria in cui si specifica che "non ci siano garanzie di risultati positivi" e come "non esistano studi che dimostrino i benefici" del farmaco. I pazienti sono anche chiamati a esonerare i medici da ogni responsabilità in caso di "grave insufficienza d'organo, ricovero prolungato, disabilità temporanea o permanente e morte". 

Saldamente al terzo posto per numero di contagi al mondo dopo Stati Uniti e Russia, il Brasile registra 271.628 casi, di cui 17.971 entrano nel computo dei morti. I decessi nelle ultime 24 ore sono 1.179, la prima volta che nel Paese si supera la soglia dei mille morti in un giorno. Per fronteggiare l'epidemia, la Camera dei deputati brasiliana ha approvato un disegno di legge che rende obbligatorio l'uso della mascherina nei locali pubblici.

Studio Università Brasile: i veri contagi sono molti di più
Il numero dei contagi da coronavirus in Brasile avrebbe superato quota 3 milioni. È quanto sostiene il portale Covid-19 Brasil, che riunisce ricercatori di diverse università brasiliane. Un numero 11 volte superiore rispetto ai casi segnalati dal ministero della Salute e al di sopra di quelli degli Stati Uniti, ufficialmente considerato l'attuale epicentro della pandemia, dove ci sono circa 1,5 milioni di casi confermati, secondo la Johns Hopkins University. "Il governo brasiliano ha perso la mano nel controllo della pandemia. Il numero di casi sta crescendo in modo esponenziale. Posso dire categoricamente che il Brasile è diventato il polo più importante per la diffusione del virus Covid-19 nel mondo", ha detto il professor Domingo Alves a
Bbc News Brasil. "Prevedo uno scenario estremamente critico fino alla fine di maggio", ha aggiunto.

In America Latina i decessi per coronavirus sono saliti a 31.900 mila, mentre i contagi sono 571mila.  Al Brasile segue il Perù, che accumula 99.483 contagiati e 2.914 morti, e Messico (51.663 contagi, 5.332 decessi). Nella classifica con più di 5mila contagi si posizionano quindi Cile (49.579 e 509), Ecuador (34.151 e 2.839), Colombia (16.935 e 613), Repubblica Dominicana (12.223 e 441), Panama (9.726 e 279) e Argentina (8.371 e 382).  La Cina - nelle ultime 24 ore - registra 5 nuovi casi di coronavirus, di cui uno importato. Altri 16 sono invece gli asintomatici.    
Condividi