Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/coronavirus-oms-paesi-si-preparino-per-eventuali-epidemie-interne-gb-riduce-personale-diplomatico-in-cina-b75a0a57-ca06-42a4-a3b4-1c0b3b5cb714.html | rainews/live/ | true
MONDO

Allarme Coronavirus

Sospesi i visti da e per la Cina, controlli in aeroporti e porti

Primo caso a New York. Oms: "Paesi si preparino ad eventuali epidemie interne". A Roma, nello Spallanzani "13 persone sono in osservazione e altrettante sono state dimesse"

Wuhan, l'epicentro della malattia
Condividi

"I paesi devono prepararsi" per "identificare i casi il più presto possibile ed essere pronti per un controllo interno delle epidemie, se ciò accade". E' l'appello lanciato dal rappresentante dell'Oms a Pechino, Gauden Galea, in una intervista ad Associated Press. Fuori dal gigante asiatico, focolaio dell'epidemia, aggiunge, si registrano 106 contagi accertati in 19 Paesi.

E intanto in Italia il Comitato operativo presieduto dal Commissario straordinario Angelo Borrelli per far fronte all'emergenza coronavirus ha preso le prime decisioni: a partire da lunedì cominciano i rimpatri da e per la Cina, e i protocolli di controllo negli aeroporti saranno estesi anche ai voli in transito e le misure precauzionali previste per gli aeroporti verranno estese anche ai porti.

I 67 da Wuhan al Centro olimpico Cecchignola
I 67 italiani che rientreranno da Wuhan lunedì verranno trasferiti nel Centro olimpico della 'città militare' della Cecchignola, a Roma. Lo avrebbe deciso il Comitato operativo. L'arrivo del volo all'aeroporto militare di Pratica di Mare, salvo cambiamenti dell'ultim'ora, è previsto per le 8.15 di lunedì mattina.

Sospesi i visti dalla Cina
"In questo momento l'importante è riuscire a contenere il contagio del Coronavirus ed evitare al massimo di alimentare panico e allarmismo. Giovedì saranno convocati al Mibact i rappresentanti delle varie categorie del settore turistico per fare il punto sulla situazione e capire come affrontare questa fase di emergenza, in particolare sul fronte dei flussi in arrivo che stanno risentendo delle restrizioni sui voli". Lo  dichiara in una nota Lorenza Bonaccorsi, Sottosegretario al Turismo del Mibact. "E' stata sospesa la concessione di visti in Cina per l'Italia da parte delle agenzie autorizzate. Restano solo quelli concessi dalle nostre strutture consolari per motivi familiari o casi di conclamata e acclarata urgenza", aggiunge.

Borrelli: "Non chiuderemo le frontiere"
"Non c'è oggi in Europa e in Italia una condizione tale che possa far ipotizzare una chiusura delle frontiere. Sarebbe una misura veramente assurda". Lo ha detto il Commissario straordinario per l'emergenza coronavirus, Angelo Borrelli, sottolineando che si sta comunque lavorando per capire come potenziare i controlli su treni e auto in arrivo nel Paese.

Francia: vaccino entro 20 mesi
I ricercatori dell'Istituto Pasteur sono riusciti a isolare il corona virus e lavorano, come promesso in una conferenza stampa a Parigi, per ottenere un vaccino entro venti mesi. Gli scienziati della prestigiosa istituzione francese sono riusciti a isolare e coltivare i ceppi del nuovo corona virus, i primi a farcela in Europa, segnando così "un progresso importante" nella ricerca di un vaccino e della cura. "Un'intera gamma di ricerche è resa possibile" dal superamento di questa fase, ha spiegato Arnaud Fontanet, direttore del dipartimento di salute globale dell'Istituto Pasteur. "E' un virus molto difficile da isolare. I cinesi sono riusciti a isolare un ceppo, una squadra australiana è riuscita questa settimana e noi siamo i primi in Europa", ha sottolineato. I ricercatori hanno utilizzato campioni prelevati dai primi casi confermati di coronavirus in Francia che hanno inoculato in cellule già note per consentire la moltiplicazione di altri coronavirus vicini. Alcuni campioni non hanno prodotto nulla, ma in due campioni dello stesso paziente gran parte delle cellule sono state distrutte, "suggerendo la presenza del virus", che è stato poi confermato dalle analisi, ha spiegato Sylvie van der Werf, capo del centro nazionale di riferimento per i virus respiratori al Pasteur. Ora si potrà testarlo sull'efficacia di "molecole antivirali conosciute", modificarlo "allo scopo di proporre un candidato al vaccino" o persino studiarne il funzionamento per "identificare i punti deboli che consentirebbero di sviluppare strategie terapeutiche" e quindi sviluppare nuove cure. L'analisi degli anticorpi presenti nei pazienti infetti dal virus consentirà anche di "sviluppare un test sierologico adeguato per lo screening per l'infezione" su una scala più ampia.

Bilanci
Il numero di infezioni nell'epidemia di coronavirus in Cina ha superato quota 14.300 a livello nazionale con 2.590 nuovi casi confermati. 45 i nuovi decessi per il virus, tutti nella provincia di Hubei, la più colpita, il bilancio nazionale sale a 304.

Il primo ministro cinese Li Keqiang ha chiesto alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen di agevolare Pechino nel suo urgente bisogno di materiale sanitario dai Paesi membri della Ue. Lo riferisce il governo cinese riferendo di una telefonata tra il premier cinese e von der Leyen.

Due aerei carichi di passeggeri cinesi residenti nella provincia di Hubei - epicentro del coronavirus - sono atterrati nel capoluogo Wuhan, nell'ambito del piano di rimpatri deciso da Pechino. Un volo, 73 persone a bordo, è arrivato da Bangkok, l'altro da Kota Kinabalu, una nota località turistica della Malesia. Il ministero degli Esteri di Pechino ha annunciato ieri il piano del governo per rimpatriare nel Paese i residenti dell'Hubei e di Wuhan "a fronte dei problemi che hanno dovuto affrontare all'estero".

"Restano discrete le condizioni della coppia"
Restano discrete le condizioni di salute della coppia di turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani di Roma. Lo comunica il nuovo bollettino medico, sottolineando che la donna, 65 anni, ha accusato "nausea e vomito", mentre l'uomo, 66 anni, presenta "un quadro di polmonite interstizio alveolare bilaterale" e "febbre associata a tosse e astenia". Confermata anche la negatività al test da parte dell'operaio romeno che lavora nell'hotel di Roma dove alloggiavano i due cinesi.

Spallanzani: 13 pazienti dimessi e 13 in osservazione
"Presso l'Istituto sono ricoverati in questo momento 13 pazienti provenienti da zone della Cina interessate dall'epidemia e tutti loro sono stati sottoposti al test per la ricerca del nuovo coronavirus, tuttora in corso - si legge ancora nel bollettino dello Spallanzani - Altri 13 pazienti sono stati isolati nel nostro Istituto e dimessi dopo il risultato negativo dei test per la ricerca del nuovo coronavirus". Per quanto riguarda le 20 persone, che hanno avuto contatto con la coppia cinese positiva all'infezione da nuovo coronavirus, continuano ad essere osservate presso l'Istituto Spallanzani. Sono tutte in buone condizioni generali e la loro salute non desta preoccupazioni". 

Due cinesi senza sintomi in osservazione a Trento
Due ricercatori cinesi arrivati ieri a Trento sono isolamento per 14 giorni. I due giovani hanno deciso, in modo volontario, di accettare le misure previste dal Ministero della Salute per il Coronavirus. I due studenti, va sottolineato, non presentano sintomi. Non si può quindi parlare di contagio. Si tratta di una misura presa a scopo precauzionale, sottolinea la Provincia autonoma di Trento. Anche in Trentino, come nel resto del Paese, si stanno infatti applicando le misure previste dal Ministero.

In queste ore pertanto le persone provenienti dalla Cina vengono invitati a seguire un protocollo precauzionale - definito isolamento fiduciario - indipendentemente dalla sintomatologia presentata. E' questo il caso dei due ricercatori cinesi, arrivati a Trento.

Italiani di ritorno da Wuhan saranno sistemati presso la caserma della Cecchignola a Roma
Saranno alloggiati in container presso la caserma della Cecchignola strutturati come delle camerate, i 69 italiani che lunedì mattina rientreranno in Italia da Wuhan, città cinese più colpita dal coronavirus, con un aereo militare attrezzato. Vi resteranno per un periodo di sorveglianza sanitaria di 14 giorni a cura del personale medico militare. Inoltre, a quanto apprende l'Adnkronos, da lunedì all'aeroporto di Pratica di Mare rimarrà a disposizione un velivolo militare attrezzato per il trasporto di biocontenimento nel caso che il personale venisse contagiato.

Costa Smeralda arrivata a Savona
E' arrivata questa mattina all'alba in porto a Savona Costa Smeralda, partita ieri da Civitavecchia dopo lo stop forzato per l'allarme coronavirus. Allo sbarco sono state effettuate le procedure di sicurezza per i passeggeri: tra di loro anche seicento persone di nazionalità cinese. Personale sanitario, dotato di guanti e mascherina, ha effettuato controlli sui viaggiatori che sono sbarcati e hanno rilevato la loro temperatura corporea. Al termine di questa fase l'imbarco dei nuovi passeggeri: di questi, un centinaio circa provengono da Cina, India e da altre zone in cui si è già manifestato il virus.

Per i passeggeri asiatici i controlli sono già iniziati a bordo dei pullman che li hanno condotti a Savona, e sono stati distribuiti questionari nei quali vengono richieste informazioni sugli ultimi viaggi effettuati e sullo stato di salute. Altri controlli mirati verranno effettuati direttamente a bordo di Smeralda. "Le procedure di sbarco e imbarco dei passeggeri della nave Costa Smeralda sono state predisposte dall'Autorità Sanitaria Marittima, secondo le indicazioni ministeriali - spiega il sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio -. I due casi sospetti, verificatisi al porto di Civitavecchia, sono risultati negativi a seguito degli accertamenti effettuati presso l'ospedale Spallanzani".

Farnesina: riaperto traffico cargo
L'Enac ha riattivato la possibilità di effettuare voli cargo merci tra Italia e Cina. Lo rende noto la Farnesina, in una nota. "E' l'esito dei lavori della riunione dell'Unità operativa speciale riunitasi oggi al Ministero degli Affari Esteri, in coordinamento con il comitato operativo della protezione civile", vi si legge.

Primo caso a New York
Un caso di coronavirus è stato registrato al Bellevue Health Center di New York. Lo hanno confermato fonti del dipartimento sanitario del municipio attraverso un post su Twitter. E' il primo caso accertato a New York. La persona, meno di 40 anni, reduce da un recente viaggio in Cina, ha presentato sintomi di febbre, tosse e difficoltà respiratorie senza avere il virus dell'influenza. Le condizioni, al momento, sono stabili. Salgono a otto i casi accertati negli Stati Uniti.

Usa, Pentagono prepara mille letti per quarantena
Il Segretario della Difesa Mark Esper ha approvato la richiesta di fornire alloggi militari per un massimo di 1.000 persone che potrebbero aver bisogno di essere messe in quarantena all'arrivo negli Stati Uniti da viaggi oltreoceano a causa di sospetti su una possibile infezione da coronavirus, lo scrive la Cnn citando una nota del Pentagono.

"Il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani (HHS) ha chiesto al Dipartimento della Difesa di fornire diverse strutture in grado di ospitare almeno 250 persone in stanze individuali fino al 29 febbraio", ha aggiunto il Pentagono. Secondo la richiesta, il Dipartimento della Difesa fornirà solo il supporto abitativo, mentre l'HHS sarà responsabile di tutte le cure, del trasporto e della sicurezza degli sfollati". Il personale del Dipartimento della Difesa non sarà in contatto diretto con gli sfollati e gli sfollati non avranno accesso a nessuna base che non sia l'alloggio loro assegnato. In conformità alle linee guida del CDC, tutti gli evacuati saranno monitorati per un periodo di 14 giorni. Se il monitoraggio di routine degli sfollati dovesse identificare individui malati, l'HHS li trasporterà in un ospedale civile locale".

Australia vara misure per chi arriva dalla Cina
L'Australia vara misure per non consentire l'accesso nel Paese agli stranieri non residenti in arrivo dalla Cina. A partire da oggi, l'ingresso sarà consentito solo a "cittadini australiani, residenti nel Paese, persone a carico, tutori legali o coniugi". Lo ha annunciato il premier Scott Morrison. Le misure per avviare il blocco "sono in fase di completamento", ha detto il premier. 

Vietnam sospende voli da e per la Cina
Il Vietnam ha sospeso tutti i voli da e per la Cina come parte della misure adottate contro l'epidemia di coronavirus. Lo ha annunciato l'autorità civile per l'aviazione di Hanoi, spiegando che la direttiva si applica a tutte le compagnie aeree "che hanno collegamenti tra Vietnam e Cina". 

Iran sospende voli con Cina in via precauzionale
Il ministro degli Interni iraniano Abdolreza Rahmani Fazli ha annunciato che sono state adottate misure speciali per prevenire la diffusione del coronavirus nella Repubblica islamica. Nel corso di una conferenza stampa, Fazli ha riferito dell'incontro di ieri sera tra il vice presidente Eshaq Jahangiri, il ministro della Sanità Saeed Namaki e il ministro dello Sviluppo urbano Mohammad Eslami. Al momento non si registrano contagi in Iran, ha aggiunto, spiegando che la decisione di sospendere i collegamenti aerei con la Cina è stata presa in via precauzionale. In precedenza il portavoce del ministero degli Esteri cinese Abbas Mousavi aveva esortato ad aiutare il governo cinese per risolvere la crisi. ''Ho fiducia nel fatto che i cinesi usciranno da questa fase difficile con forza, senso di responsabilità e perseveranza'', ha detto citato dall'agenzia di stampa Irna.

Apple chiude store in Cina fino al 9 febbraio
La più grande compagnia statunitense, nella giornata di sabato 1 Febbraio, ha comunicato: "I nostri pensieri sono con le persone colpite dal coronavirus e coloro che lavorano senza sosta per sostenerlo. Per prudenza, basandoci sui consigli dei maggiori esperti sanitari, abbiamo deciso di chiudere tutti gli uffici aziendali, i negozi e centri di assistenza in Cina fino al 9 Febbraio". Apple ha aggiunto che continuerà a monitorare la situazione, e che riaprirà gli store non appena possibile. Ciò non ha impedito al titolo di cedere il 4.43%. La Cina, infatti, è considerato un mercato chiave per la crescita di Apple, che ha subìto la concorrenza di smartphone a basso prezzo.

Condividi