"Farei vaccino se fosse disponibile" Il presidente Donald Trump inoltre ha dichiarato che farebbe il vaccino contro il coronavirus se fosse disponibile in un'intervista a Fox, incalzato sul suo tradizionale scetticismo nei confronti dei vaccini. Poi ha scherzato sul fatto che verrebbe comunque criticato sia se lo facesse per primo, perchè verrebbe accusato di egoismo, e sia se lo facesse per ultimo, perchè verrebbe accusato di non credere nell'antidoto. "In ogni caso perderei", ha ironizzato il tycoon.  ">
Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/coronavirus-usa-california-supera-new-york-per-numero-casi-accertati-0a95fc9b-300c-4d34-9702-00b3bcc81694.html | rainews/live/ | true
MONDO

Emergenza coronavirus

Usa. In California più casi di New York. Trump: "Scuole aperte, trasmissione virus bimbi difficile"

Condividi
Più di 60mila casi di coronavirus - per il nono giorno consecutivo  . sono stati registrati nelle ultime 24 ore negli Stati Uniti secondo i dati resi noti dalla Johns Hopkins University. I decessi sono stati 1.059. Più di 1 milione gli americani guariti. 

La California ha superato lo Stato di New York, primo epicentro della pandemia negli Usa, per numero di casi accertati di Covid-19: in California in totale sono oltre 417 mila, secondo il conteggio tenuto dal New York Times, rispetto agli oltre 413 mila di New York. Il governatore della California, Gavin Newsom, ha avvertito che con l'aumento dei tamponi ci si aspetta di trovare ancora più infetti.

New York rimane comunque lo Stato americano più colpito in termini di decessi: finora 32.228, più di quanto non abbiano registrato tutti insieme i tre Stati che la seguono nella triste classifica (New Jersey, Massachusetts e California). 

Trump: "Spetta a Governatori decisione su obbligo mascherina" 
Dopo che l'Indiana e il Minnesota (ora anche a Washington) hanno imposto l'obbligo della mascherina, il Presidente Trump ha spiegato che la decisione spetta ai Governatori dei singoli stati americani. Poi ha aggiunto: "Mi piacerebbe vedere le scuole aperte, aperte al 100%" sottolineando che i bambini "non trasmettono il virus molto facilmente, non lo prendono facilmente e non lo portano a casa facilmente. Non non mi preoccupa il ritorno a scuola di mio figlio e dei miei nipoti" il prossimo autunno. Infine un augurio: "Speriamo di arrivare alla fine del tunnel rapidamente. La luce inizia a brillare - dice il tycoon - Ci arriveremo molto rapidamente".

"Farei vaccino se fosse disponibile"
Il presidente Donald Trump inoltre ha dichiarato che farebbe il vaccino contro il coronavirus se fosse disponibile in un'intervista a Fox, incalzato sul suo tradizionale scetticismo nei confronti dei vaccini. Poi ha scherzato sul fatto che verrebbe comunque criticato sia se lo facesse per primo, perchè verrebbe accusato di egoismo, e sia se lo facesse per ultimo, perchè verrebbe accusato di non credere nell'antidoto. "In ogni caso perderei", ha ironizzato il tycoon.
 
Condividi