Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/coronavirus-vertice-conte-con-capidelegazione-scontro-sul-Mes-a6a93940-1d4f-44d5-a257-49aa7125e457.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Palazzo Chigi

Vertice Conte-capidelegazione, restano le divisioni sul Mes

Lo riferiscono fonti di maggioranza, Gualtieri sentirà le Camere. Telefonata Conte-Von der Leyen. "Abbiamo parlato di coordinamento delle misure sanitarie anti-Covid per Natale" twitta il premier. Buone notizie sul fronte Recovery plan:"Italia sulla giusta strada" scrive la presidente della Commissione Ue

Condividi

A quanto riferiscono fonti di maggioranza, il Mes è stato oggetto del confronto, stamattina, nella riunione con il  premier Giuseppe Conte e i capi delegazione di maggioranza con il  ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, che il 30 novembre sarà all'Ecofin dove si discuterà, appunto, la riforma del Mes.

Sul tema le posizioni non sono cambiate: il muro dei 5 stelle da una parte e dall'altra Pd e Iv che invece sono favorevoli. "Una posizione  inspiegabile" quella di M5S, "inspiegabile non aver ancora chiesto il  Mes viste le criticità portate alla luce dalla pandemia" e, si  riferisce, "la difficoltà è che Conte non riesce a fare una sintesi".

Al vertice hanno partecipato Dario Franceschini, Alfonso Bonafede, Roberto Speranza e Teresa Bellanova, presente il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro.

Gualtieri sentirà le Camere
Il ministro dell'Economia si confronterà con il Parlamento prima dell'Ecofin, in cui l'Italia dovrà pronunciarsi sulla riforma del trattato Mes che include il meccanismo del backstop (il paracadute finanziario al fondo salva-banche Srf). Sulla riforma del Mes il Pd, con Iv, preme per il via libera, anche alla luce del fatto che l'Italia si assumerebbe la responsabilità di bloccare la riforma al centro da mesi del lavoro dell'Ue. Il M5s chiede però il coinvolgimento del Parlamento. Di qui la mediazione raggiunta sul passaggio, che Gualtieri dovrebbe fare con le commissioni Affari Ue e Finanze.

Dovrebbe tenersi intanto domani, a quanto si apprende, una nuova riunione del premier con i capi delegazione di maggioranza. Si dovrebbe entrare nel vivo del tema del Covid, in vista delle nuove misure da adottare a dicembre.

Telefonata Conte-Von der Leyen
Nel pomeriggio, il premier ha dato conto, tramite un  tweet, di una telefonata intercorsa con la presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen: "Ottimo scambio di vedute oggi con Ursula Von Der Leyen sul Global Health Summit in collegamento con il G20, coordinamento europeo delle misure sanitarie sul #Covid19 in occasione del periodo natalizio, un'azione europea più efficace sul tema migrazione con i Paesi extra-UE, e su Brexit".


Dal canto suo, Von der Leyen ha sottolineato come l'Italia sia sulla buona strada per quanto riguarda il Recovery plan. "Buona" telefonata con Giuseppe Conte, scrive su twitter la presidente, precisando, appunto, di aver parlato anche della preparazione del Recovery plan italiano. "Siamo in stretto contatto, l'Italia è ben messa sul cammino". 

Condividi