Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/crimi-garante-m5s-privacy-c0428293-433f-497d-ad4f-0f37fdf7d523.html | rainews/live/ | true
POLITICA

​M5s, Crimi: “Garante privacy ha accolto mia istanza, io rappresentante legale”

Condividi
"Ho presentato al Garante della privacy una istanza di accesso a documentazione in loro possesso relativa al Movimento. Questa istanza, che ho presentato in qualità di rappresentante legale del Movimento, oggi è stata accolta e la risposta odierna ha previsto una istruttoria approfondita: il garante infatti ha richiesto tutta la documentazione relativa al mio ruolo.
 
L'accoglimento di fatto ha confermato che a loro avviso non ci sono dubbi sulla rappresentanza legale". Così il reggente del Movimento Vito Crimi nel corso dell'assemblea congiunta M5S.

Indagine di mercato per nuova piattaforma
Una riunione in videoconferenza dei gruppi M5S di Camera e Senato con all'ordine del giorno la "riorganizzazione interna". Il reggente Vito Crimi ha esordito spiegando che con Rousseau non si trova un accordo: sono stati fatti tanti tentativi di conciliazione andati a vuoto, ha affermato Crimi.

Il reggente ha inoltre annunciato che è stata effettuata un'indagine di mercato per una nuova piattaforma: 30/50mila euro il costo, orientativo, della prima votazione. Un costo che, ha evidenziato Crimi, verrebbe ammortizzato con le votazioni successive.

M5S: progetto pronto per voto online, parola a iscritti
"Il nuovo progetto politico è pronto per essere sottoposto al vaglio degli iscritti, che rimangono gli unici sovrani della vita futura del Movimento. Siamo pronti a convocare gli iscritti per invitarli a esprimersi su questo nuovo progetto politico". Lo scrive il M5S in un post che riprende la relazione di Vito Crimi.

Fonti Rousseau: non compito Garante definire rappresentante
Non rientra tra i compiti del Garante della Privacy definire chi sia o meno il rappresentante legale del M5S. E' questa, a quanto si apprende da fonti vicine all'Associazione, la posizione di Rousseau in merito alla relazione di Vito Crimi alla congiunta dei gruppi pentastellati. Secondo le stesse fonti il capo politico si riferirebbe a un'istanza che riguarda un periodo storico in cui lui era effettivamente rappresentante legale. 
Condividi