Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/cuba-canel-sostituisce-castro-6c062793-40ba-4f3f-8632-31959380884f.html | rainews/live/ | true
MONDO

La successione

Cuba, Diaz-Canel sostituisce Raul Castro come leader del Pcc

Il fratello di Fidel si era dimesso dalla guida del Partito Comunista. Canel, 60 anni, è Presidente cubano dal 2019

Condividi
Miguel Diaz-Canel sostituisce Raul Castro come leader del Pcc. Lo rende noto il partito Comunista cubano, l'unica formazione politica autorizzata sull'isola.

Castro, primo segretario del Pcc aveva annunciato venerdì l'intenzione di abbandonare le sue funzioni. Diaz-Canel, 60 anni, Presidente di Cuba dal 10 ottobre 2019, è stato eletto lunedì primo segretario del Partito Comunista, subentrando a Raul Castro che va in pensione a 89 anni. L'elezione è avvenuta nel corso dell'8/o congresso del Pcc.  

"Diaz-Canel è stato eletto primo segretario del Comitato centrale del partito comunista di Cuba in occasione dell'ottavo congresso del PCC", ha annunciato il partito su Twitter. 

Diaz-Canel è il primo leader nato dopo la rivoluzione di Cuba del 1959. Cresciuto in uno dei quartieri più duri della capitale della provincia di Santa Clara, Diaz-Canel è un ingegnere elettronico, e prima di entrare in politica insegnava all'Università.

Ai tempi in cui era dirigente provinciale del Partito veniva chiamato "Diaz y Noche", un gioco di parole sul suo nome e la serie tv "Day and Night". Si era guadagnato infatti la fama di essere un instancabile cane da guardia contro la corruzione delle imprese statali nei confronti delle quali ordinava ispezioni a qualsiasi ora del giorno e della notte appunto. Divenne capo provinciale del Partito negli anni Novanta, durante il momento più difficile della crisi economica di Cuba in seguito al crollo dell'Unione Sovietica. 

In 30 anni di politica sul territorio è divenuto nel 2009 ministro dell'istruzione per poi divenire a partire dal 2013 braccio destro di Raul Castro che ne ha più volte lodato la "solida forza ideologica".
Condividi