Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/dl-sicurezza-via-libera-commissione-domani-aula-ee04d22a-08f2-4007-a96e-9f6eb25d7fca.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Concluso voto emendamenti dopo maratona notturna

Dl sicurezza. Via libera Commissione, domani Aula

 Il governo dovrebbe porre la fiducia

Condividi
Al termine di una maratona notturna conclusasi alle tre e mezzo, la Commissione Affari Costituzionali della Camera ha concluso il voto degli emendamenti al Decreto sicurezza, approvando con i voti della maggioranza il mandato ai relatori, Carmelo Micheli (Pd) e  Vittoria Baldino (M5s). Il provvedimento approderà domani in Aula dove il governo dovrebbe porre la fiducia.

La Commissione Affari Costituzionali della Camera ha approvato l'articolo 4 del Decreto sicurezza che introduce  il nuovo sistema di accoglienza e integrazione (Sai), che va a sostituire i precedenti sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e minori stranieri non accompagnati (Siproimi in precedenza Sprar). Saranno inseriti anche i titolari di diverse categorie di permessi di soggiorno di tipo umanitario nonchè dei neomaggiorenni affidati ai servizi sociali. 

In nuovi centri misure per prevenire jihadismo
Nei centri del nuovo sistema di accoglienza e integrazione (Sai) per richiedenti asilo, previsti dal Decreto sicurezza, verranno adottate misure per prevenire e controllare la  diffusione del terrorismo internazionale di matrice jihadista. E' quanto prevede un emendamento della Lega (primo firmatario Nicola Molteni) approvato all'unanimità, anche se c'è  stato un dibattito sulla definizione di terrorismo.  L'emendamento stabilisce che nei centri andranno adottate "idonee misure di prevenzione, controllo e vigilanza relativamente alla  partecipazione o propaganda attiva a favore dello jihadismo o legami con l'islam radicale". 
 
Condividi