Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/dose-terza-usa-5a48fadd-47d3-4b9e-ae0f-28608ce9b619.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Stati Uniti

Vaccino: terza dose Usa, la direttrice Cdc si allinea con Fd

L’obbiettivo è il richiamo più ampio delle persone alle vaccinazioni

Condividi
Negli Stati Uniti, la terza dose del vaccino Pfizer anti-Covid è raccomandato non solo ai più anziani ma anche a coloro che, per motivi di lavoro, sono più esposti, insegnanti e commessi di supermercati. Lo ha deciso la direttrice dei Centers for Disease Control (Cdc), la dottoressa Rochelle Walensky, che ha così preso una posizione diversa rispetto agli scienziati della sua stessa agenzia.

Una decisione insolita che il direttore dei prestigiosi centri di Atlanta abbia una posizione diversa dai suoi consulenti. In questo modo però la politica dei Cds si allinea con le indicazioni della Food and Drug Administration (Fda).
 
 La decisione della Walensky viene letta come un forte incoraggiamento alla campagna del presidente Biden per dare l'accesso al richiamo al più ampio segmento possibile della popolazione. La campagna di richiamo negli Stati Uniti era stata annunciata in pompa magna a metà agosto dal presidente e, per la verità, la Casa Bianca, per la verità, era stata molto criticata per aver anticipato le decisioni delle autorità di regolamentazione sanitaria.
 
Condividi