Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/dramma-turismo-spese-stranieri-giu-del-70-per-cento-8e661db4-e705-4c0c-8005-cf9b8d4b5dc6.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Pandemia, il dramma del turismo: a ottobre spese stranieri giù del 70 per cento

Condividi
La pandemia da coronavirus affossa il turismo. Ad ottobre secondo i dati della  Banca d'Italia è ripresa la contrazione dei flussi turistici, sia in ingresso sia in uscita, in un contesto di peggioramento degli indici di diffusione del covid.   Rispetto a ottobre dello scorso anno, secondo le rilevazioni di Via Nazionale, le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, pari a 1.193 milioni, risultano inferiori del 70,4%, quelle dei viaggiatori italiani all'estero (572 milioni) del 75,5%; l'avanzo della bilancia dei pagamenti turistica è stato di 620milioni di euro (era di 1.697 milioni nello stesso mese dell'anno precedente).
 
 
Il rapporto di Via Nazionale precisa inoltre che nei tre mesi terminati a ottobre la spesa dei viaggiatori stranieri in Italia si è contratta del 49,3 percento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente; quella dei viaggiatori italiani all'estero è diminuita del 69,3 percento.
 
"In Italia l'improvvisa e drastica contrazione dei flussi turistici avrà significativi impatti sul PIL nazionale e conseguenze serie sulle imprese del settore e del suo indotto". E' quanto afferma la Banca d'Italia nel rapporto sul turismo internazionale a ottobre 2020.   "Il turismo - scrivono gli economisti di Bankitalia -rappresenta un importante settore dell'economia in Italia e nel mondo, con un forte potenziale in termini di crescita e di occupazione nonché di integrazione sociale e culturale". E "gli effetti della recente pandemia Covid-19 hanno reso particolarmente evidente la rilevanza di questo settore".
Condividi