Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/emergenza-maltempo-al-Nord-Ovest.vittime-e-dispersi-d44a60d4-ce65-4c29-8147-9aed133c1c86.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Venti forti e precipitazioni al Centro Sud

Emergenza maltempo al Nord-Ovest: due vittime, ritrovati i dispersi tranne uno. Crollati due ponti

Alluvioni, frane e smottamenti in Liguria e Piemonte. Rintracciati 21 dei 22 dispersi sul Col di Tenda, stanno bene. Ma si registra un altro disperso nel Pavese. Due vittime tra cui un vigile del fuoco in Val d'Aosta. Crollati due ponti: uno sul Sesia, l'altro in val Trebbia nel piacentino

Condividi

Il maltempo travolge il nordovest, ingenti i danni. In poche ore è caduta la pioggia di sei mesi, talmente tanta da battere un record che resisteva addirittura dal 1958. 

Intanto, sono vivi e stanno bene 21 dei 22 dispersi sul Col di Tenda. A confermarlo è una nota ufficiale della Regione Piemonte, che precisa come "manca all'appello un margaro caduto con la sua auto in un torrente". I 21 dispersi (19 italiani e 2 tedeschi) sono rimasti bloccati a Vievola, sul fronte francese. Sono state avvisate tutte le famiglie.

Ma un altro disperso viene registrato in queste ore nel Pavese. Si tratta di un cacciatore di 77 anni,  residente in provincia di Brescia. L'uomo, secondo quanto si è saputo, era impegnato in una battuta di caccia lungo le rive del Sesia. In seguito all'innalzamento del livello del fiume, il 77enne si è rifugiato in una cascina abbandonata, alla frazione Pizzarrosto di Palestro (Pavia), che è stata poi allagata dal Sesia. Le ricerche, al momento, non hanno dato esito.

Valle d'Aosta: cade una pianta, morto un vigile del fuoco volontario
Un vigile del fuoco volontario di Arnad è morto a causa del maltempo. Secondo quanto si è appreso una pianta gli è crollata addosso durante un intervento di soccorso nel paese della bassa Valle d'Aosta. In tutta la regione - allerta idrogeologica arancione - sono segnalate problematiche legate alle intense precipitazioni: sulla strada regionale della valle del Lys è crollato il ponte di Gaby.

Piena su cimiteri, spazzate via le bare
Anche il camposanto di Trappa, frazione di Garessio (Cuneo), è stato travolto dall'eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta sul Nord Ovest. Molte tombe sono state spazzate via dai fiumi esondati. L'onda ha portato via anche bare, sino a Garessio e Bagnasco.

Crolla ponte sul fiume Sesia
Il ponte che collega Romagnano Sesia e Gattinara, che passa sopra il fiume Sesia, è crollato. A darne notizia, la Provincia di Vercelli. Si tratta di un viadotto di competenza della Provincia di Novara ed è un'arteria fondamentale per il traffico diretto in Alta Valsesia e di collegamento con i paesi della Bassa Valle, in particolare Gattinara. Sconcerto tra gli amministratori locali: il tratto di strada era stato riaperto alle 12 ed era stata fatta una diretta Fb dei due sindaci, Alessandro Carini di Romagnano e Daniele Baglione di Gattinara, proprio sopra il viadotto. "Mai - ha scritto il sindaco di Borgosesia, Paolo Tiramani, postando l'immagine del ponte in frantumi - avrei pensato di vedere questo".

Crolla ponte nel piacentino su statale 45
Un ponte sulla strada statale 45, in Alta Valtrebbia nel Piacentino, è crollato oggi intorno alle 15. Si tratta del Ponte Lenzino, tra i paesi di Marsaglia e Ottone, in comune di Cortebrugnatella, a circa 80 chilometri da Piacenza. Non risulta ci siano feriti.  La strada statale che congiunge Piacenza a Genova è chiusa. Il ponte è da anni ammalorato - all'inizio dell'anno è stato oggetto di parziali lavori di messa in sicurezza - e a causarne il crollo potrebbe essere stata la piena del torrente Trebbia, in queste ore particolarmente violenta. L'abitato di Ottone - ultimo comune piacentino ai confini con la provincia di Genova - è ora raggiungibile solo dal versante ligure. 

Esonda il Vermegnano, danni a Limone
Gravi i danni causati a Limone Piemonte (Cuneo) dall'esondazione del torrente Vermegnano. La località turistica è isolata in seguito alla chiusura della statale da Vernante. Ingenti i danni causati nel centro della località, di fatto isolata, dal torrente e anche i vigili del fuoco hanno rischiato di finire in una voragine scavata nell'asfalto dalle acque del torrente. Nel paese ci sono blackout, decine di auto finte sott'acqua, danni ingenti. E' crollata anche una palazzina di tre piani in ristrutturazione accanto al corso d'acqua.

Esonda il Tanaro
A Garessio e Ceva è esondato il Tanaro, che a Ormea ha battuto i valori dell'alluvione del 1994 e del 2016,prima di rientrare sotto i livelli di pericolo. Non ha resistito alla piena del fiume che nella notte è esondato in diversi comuni della provincia di Cuneo, il ponte romano di Bagnasco. E' crollato poco dopo le 4, travolto dalle acque. Di origini medioevali,restaurato dai francesi nella seconda metà del XVI secolo, era il simbolo del Paese.

Alluvione a Borgosesia, nel Vercellese
Alluvione a Borgosesia, nel Vercellese, dove l'onda di piena da record del Sesia, che ha raggiunto gli 8,54 metri, ha causato esondazioni diffuse. Chiusi tutti i ponti da ieri sera, le auto parcheggiate sono andate sott'acqua in diversi punti della cittadina. Allagate anche le abitazioni. Una decina di persone sono state evacuate dalle cascine che si trovano a ridosso del fiume. 

Circolazione ferroviaria sospesa tra Vercelli e Novara
Circolazione ferroviaria sospesa tra Vercelli e Novara, sulla linea storica della Torino-Milano. Sul posto sono presenti per monitorare la situazione i tecnici di Rfi. Regolare invece il servizio Alta Velocità. Compatibilmente con la viabilità delle strade, Trenitalia sta attivando un servizio sostitutivo con bus. 

Allagamenti disagi  frane e blackout in Piemonte
Allagamenti a Mergozzo, nel Verbano Cusio Ossola, a Candoglia dove secondo i dati dell'Arpa sono caduti oltre 214 mm di pioggia nelle ultime 12 ore. Disagi anche nel Biellese, dove si registrano frane e blackout. Non sta più piovendo a Torino, dovei livelli del Po sono cresciuti nella notte, con valori però al di sotto delle soglie, mentre incrementi più consistenti si registrano per la Dora Baltea.   

A Vestignè (Torino), nel Canaves, persone recuperate con i gommoni
I vigili del fuoco con i gommoni stanno recuperando una cinquantina di persone rimaste bloccate all'interno di un maneggio di Vestignè (Torino), nel Canavese. Sono in gran parte concorrenti del campionato italiano di attacchi che si sarebbe dovuto svolgere questo fine settimana. Secondo le prime informazioni sono bloccati nelle stalle una trentina di cavalli. Il maneggio, che si trova sulla sponda sinistra del torrente Dora, è stato completamente allagato dall'esondazione del corso d'acqua.

Colpita Biella
E anche Cittadellarte, sede a Biella dell'omonima fondazione creata dal celebre Michelangelo Pistoletto, è stata duramente colpita dall'alluvione. Nella notte sono state evacuate le camere degli studenti di Accademia Unidee e poco dopo la piena ha portato via quasi metà dello spigolo a valle dell'edificio. Il corpo ottocentesco dell'ex Lanificio Trombetta, è rimasto integro, ma in via precauzionale  gli spazi del Lanificio saranno chiusi fino a verifica statica.

In Liguria il Roya rompe gli argini a Ventimiglia
Piogge intense e temporali forti nella  notte sulla Liguria dove è in vigore l'allerta meteo di livello rosso  su tutto il territorio con l'esclusione del settore centrale, che  comprende il genovesato in allerta arancione. La linea temporalesca  che sta attraversando la regione si è abbattuta con intensità su  Ponente e Levante ligure. In particolare a Ventimiglia il fiume Roya è uscito dagli argini all'altezza della passerella Squarciafichi. In  centro si segnalano allagamenti e auto sommerse nella frazione di  Torri dove a straripare è stato un torrente affluente del Roya. 

Sul Roya gli alti livelli di precipitazioni hanno fatto registrare  alla stazione idrometrica di Airole oltre 8 metri sullo zero  idrometrico, uno dei massimi storici. "Nelle prossime ore - spiegano da Arpal - data la prevista persistenza delle precipitazioni, le portate dei corsi d'acqua saranno ancora in crescita; successivamente anche nel resto della regione saranno  possibili criticità soprattutto nei bacini interessati dalle piene di ieri mattina". Al momento non risultano vittime, né feriti o dispersi.

Diversi paesi sono rimasti isolati nell'entroterra di Imperia a causa di frane e esondazioni nella notte di torrenti in valle Argentina e valle Arroscia. Stando a quanto riportato dai vigili del fuoco sono isolate e senza luce Mendatica, irraggiungibile dai mezzi di soccorso, Molini diTriora e Triora.

Vento forte e mareggiata hanno creato numerosi problemi anche a Genova. Le onde hanno invaso le strade nei quartieri di Sturla e Voltri e a Cogoleto. Mentre il vento ha abbattuto diversi alberi bloccando le strade. La situazione più critica si è registrata a Sturla dove in una strada l'acqua di mare ha raggiunto i 20 centimetri. Sul posto vigili del fuoco e volontari della protezione civile.

Valtellina, frana su case
Paura nella notte a Rasura (Sondrio) per una frana che, causa il forte maltempo, è scesa a valle investendo in parte una casa. Sotto i detriti è finito un garage e una legnaia. Per precauzione sono state evacuate 3 persone.

Venti forti e precipitazioni al Centro Sud
Venti da forti a burrasca, dai quadranti meridionali, riguardano Umbria, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, con raffiche fino a burrasca forte sui crinali appenninici e sui rilievi della Sicilia. Si prevedono, inoltre, mareggiate lungo le coste esposte. Precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale sono inoltre previste su Umbria e Lazio. 

Mattarella chiama Cirio: vicino al Piemonte
Il Presidente della Repubblica ha telefonato al governatore del Piemonte per testimoniare la sua "vicinanza al territorio", duramente colpito dal maltempo delle scorse ore.  Il governatore Cirio, si apprende dalla Regione, ha informato il Capo dello Stato della situazione che, seppur più contenuta nell'estensione, mostra danni alle aree colpite maggiori e più gravi di quelli causati dalla terribile alluvione del 1994.

Per Cirio, "le parole e la vicinanza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sono un sostegno molto importante in queste ore difficili. Il suo pensiero è stato per tutti i cittadini travolti da questa calamità, per i sindaci e le istituzioni che stanno affrontando la situazione, per le persone disperse e le squadre delle forze dell'ordine, della protezione civile e dei volontari impegnate ininterrottamente da stanotte nella loro ricerca e nel portare soccorso al territorio".

Conte: "L'attenzione del Governo è massima"
"Sono in costante contatto con il capo della Protezione civile Angelo Borrelli. Stiamo assicurando un monitoraggio continuo, in pieno coordinamento con i territori, di questa emergenza, con particolare riguardo alla Valle D'Aosta, al Piemonte e alla Liguria. L'attenzione del Governo è massima". Lo scrive su Facebook il premier Giuseppe Conte a proposito dell'ondata di maltempo che ha colpito le regioni del Nord Ovest.

Condividi