Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/empoli-festa-serie-a-riconquistata-gol-bandiere-tifosi-fumogeni-stadio-d3be49c0-62fb-49c6-8aea-934e29ad80d6.html | rainews/live/ | true
SPORT

Promossa con due giornate di anticipo

Empoli in festa: Serie A riconquistata a suon di gol. Bandiere, tifosi e fumogeni fuori dallo stadio

Condividi
Circa un centinaio di tifosi, con bandiere e fumogeni bianco azzurri, si sono ritrovati al termine della gara dell'Empoli con il Cosenza per festeggiare la promozione in serie A del club Toscano. I giocatori, al termine dei 90 minuti che ha visto i padroni di casa trionfare per 4-0 sui calabresi, sono saliti sugli spalti vuoti del Castellani, e hanno festeggiato, a distanza, con i tifosi assiepati fuori i cancelli. "Saluta la capolista", "Serie A Serie A" tra i cori più sostenuti. La società ha affisso un grande striscione, nella balconata da cui si sono affacciati i giocatori, con la scritta "MerAvigliosa CreAtura" e gli stemmi ufficiali del club.

Con la vittoria per 4-0 contro il Cosenza la compagine toscana è matematicamente promossa con due giornate di anticipo sulla fine del campionato."Un campionato semplicemente straordinario. I nostri azzurri ci regalano ancora una volta il sogno della serie A e con due giornate di anticipo rispetto alla fine del campionato. Nel 2014, quando sono diventata sindaca, stavamo vivendo una favola firmata da Maurizio Sarri con la promozione. Poi ancora due salvezze sempre con Sarri e Giampaolo. Ancora con Andreazzoli tutta la citta' ha sognato. Adesso con Dionisi la terza promozione in pochissimi anni". Lo ha dichiarato il sindaco di Empoli, Brenda Barnini.

"Alla base c'è la solidità di una società che è legata al territorio, dirigenti che sono nati a Empoli, che vivono a Empoli e che tutti conosciamo per l'attaccamento a questa maglia che ha appena compiuto un secolo di vita - ha aggiunto la sindaca -. Questa promozione nell'anno della pandemia rappresenta una rinascita simbolica per tutta la nostra città e spero sia di spinta per una ripartenza economica e civile di tutta la nostra zona".

"Un grandissimo risultato sportivo che è arrivato nonostante l'anno di chiusura degli stadi e la mancanza del sostegno diretto dei nostri tifosi - ha concluso Barnini - Adesso non potremo festeggiare per come vorremmo ma l'augurio è di poterlo fare alla ripartenza davvero tutti insieme e potendo tornare anche nelle scuole di tutto l'Empolese Valdelsa per quella Scuola del Tifo che tanto dice della fede azzurra e dei sani principi su cui e' basata. Orgogliosi di essere empolesi".

La partita
Dopo due anni di serie B l'Empoli torna in paradiso. La squadra del presidente Fabrizio Corsi batte al Castellani il Cosenza e conquista la matematica promozione in serie A. Vittoria meritata quella contro i calabresi che arriva a coronamento di un campionato straordinario, con sole 2 sconfitte e un primo posto mai in discussione. Il vantaggio dei ragazzi di Dionisi arriva al 31'. Sugli sviluppi di un corner La Mantia viene platealmente trattenuto e finisce a terra. Per il direttore di gara non ci sono dubbi, è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta il bomber Mancuso che con freddezza spiazza Saracco, portando avanti gli azzurri. L'Empoli prende fiducia e dopo appena 8 minuti trova il raddoppio con l'altro bomber, Andrea La Mantia, bravissimo a farsi trovare al posto giusto nel momento giusto e a deviare in porta di piatto un tiro strozzato di Haas. Nella ripresa ci pensano poi La Mantia, con un tocco in spaccata sulla linea e Bajrami, con un colpo di testa a spianare la strada verso la meritata promozione.

La classifica
La classifica di Serie B dopo la 36esima giornata: Empoli 70 punti; Salernitana 63; Monza e Lecce 61; Venezia 57; Cittadella 56; Chievo, Brescia e Spal 50; Reggina 49; Frosinone 46; Cremonese e Pisa 45; Vicenza 44; Pordenone e Ascoli 41; Cosenza 35; Reggiana 34; Pescara 32; Entella 23.
Condividi