Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/eredita-maradona-tribunale-plata-diritto-cinque-figli-909d9777-848a-4147-bf6f-0afb08af94b3.html | rainews/live/ | true
MONDO

Argentina

Eredità Maradona: per il Tribunale di La Plata ne hanno diritto solo i cinque figli

Accampa pretese anche l'ex legale e amministratore di Diego, Matias Morla, al quale però le figlie del Pibe hanno chiesto spiegazioni in merito alla pletora di gente che viveva a carico di Maradona negli ultimi anni. Tra di loro anche la sorella e il cognato dell'avvocato

Condividi
Un Tribunale argentino ha stabilito che i cinque figli riconosciuti da Diego Armando Maradona saranno i soli eredi dei beni del "Pibe de Oro", sui quali è in corso una accesa controversia giudiziaria.

La risoluzione della Corte ha stabilito che gli eredi definiti della stella del calcio mondiale sono: Diego Junior, nato in Italia da una relazione con Cristina Sinagra ai tempi in cui giocava nel Napoli, Dalma e Giannina, nate dal matrimonio con Claudia Villafane, Jana, figlia di Valeria Sabalain e Diego Fernando, figlio di 8 anni nato dalla relazione con Veronica Ojeda.

Pertanto i cinque figli riconosciuti di Diego Armando Maradona sono i soli eredi nella successione dei suoi beni. La decisione è del giudice civile e commerciale di La Plata, Luciana Tedesco Del Rivero, che ha riconosciuto la paternità di Maradona per ciascuno dei figli nati da diverse relazioni amorose nel corso della sua vita.

Tuttavia, secondo quanto riferito dal quotidiano argentino "Ambito Financiero", la dichiarazione degli eredi potrebbe essere ampliata nel caso in cui qualcuno si presentasse come figlio di Maradona, cosa che dovrebbe essere, però, provata a livello giudiziario.

Con la decisione del Tribunale di La Plata, si chiude una prima fase della vicenda e potrebbe iniziare la ripartizione dei beni di Maradona che sono causa di disputa non solo tra i suoi figli, ma anche con l'avvocato Matias Morla che è stato amministratore e legale del "Diez".

Qualche giorno fa le figlie Dalma e Giannina hanno chiesto proprio all'avvocato Morla di riferire sul contratto che lo legava all'ex calciatore, i suoi compensi, sul tipo di mansioni che svolgeva e su quanto e per quale servizio veniva pagata la cerchia di persone che ha vissuto con Maradona negli ultimi anni. Tra queste persone c'erano anche la sorella del legale, Vanesa Morla, il cognato Christian Pomargo e altri.
Condividi