Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/etna-eruzione-cratere-Sud-Est-cenere-c8ec4285-f249-4ac8-823e-7a2c30c3a8f6.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Eruzione spettacolare

Etna, attività stromboliana dal cratere Sud-Est del vulcano e cenere

Sulla sommità del vulcano fontane alte 400 metri

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo di Catania sta monitorando l'Etna che dal 16 febbraio ha ripreso un'intensa attività stromboliana.

Nel vulcano è in corso una spettacolare eruzione: fontane di lava superano i 400 metri d'altezza. L'eruzione è in corso da due bocche aperte all'interno del cratere di Sud-Est dell'Etna, con emissione di cenere lavica.

Una colata si dirige verso la desertica Valle del Bove. Il fenomeno parossistico è il sesto dal 16 febbraio scorso. 

L'ampiezza media del tremore vulcanico mostra valori elevati con tendenza all'incremento. La sorgente è nell'area del cratere di Sud-Est ad una profondità di circa 2.700 metri sul livello del mare. Anche l'attività infrasonica risulta parecchio sostenuta sia nel tasso di accadimento che nell'energia degli eventi ed è localizzata nel cratere del Sud-Est. Persiste una debole emissione di cenere. Prosegue anche la fase di incremento dell'ampiezza del tremore vulcanico, che mostra valori medio-alti. 

La cenere dell'Etna, intanto ha percorso molti chilometri. A Palermo balconi, auto, entrate di palazzi presentano uno strato di pulviscolo nero e numerose sono le persone che segnalano cenere in pratica, in tutta la città. Segnalata cenere anche all'Isola delle Femmine.

Secondo gli esperti il fenomeno è possibile a causa delle correnti d'aria. 
Condividi