Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/fase-3-riaperture-e-regole-0e90c044-aedf-4d4b-ace1-ffa4bb93099f.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Fase 3, da oggi riaperture con nuove regole

Tornano gli spettacoli, riaprono le sale da ballo. La Fase 3 entra nel vivo con la ripresa di numerose attività dopo tre mesi. Le regole e le iniziative delle Regioni

Condividi
Cinema, teatri, centri estivi per bambini, eventi e congressi, centri termali, sale scommesse, Bingo. La Fase 3 entra nel vivo con la ripresa di numerose attività dopo tre mesi di fermo, ma servirà un altro mese per poter parlare di riapertura completa.
 
Da oggi si ricomincia con il mondo dello spettacolo, compresi gli eventi all'aperto, con un massimo di mille persone, e al chiuso con un massimo di 200. Per gli sport di contatto bisogna aspettare il 25 giugno (curva epidemiologica permettendo).

Per le discoteche e le sale da ballo il Dpcm prevede la riapertura il 14 luglio, ma alcune Regioni hanno deciso di anticipare i tempi dettati dal governo: da oggi riapriranno in Sicilia e in Puglia, mentre in Emilia Romagna, Veneto, Calabria e in Friuli Venezia Giulia riapriranno il 19 giugno. In Campania, invece, la riapertura è stata autorizzata dalla regione da alcuni giorni ma non si può scendere in pista a ballare, così come avverrà nel Lazio, a partire da lunedì.  Fiere e sagre saranno autorizzate dai prossimi giorni in tutta Italia.

Le riaperture saranno condizionate da nuove regole tra cui il distanziamento sociale e divieto di assembramento. Contatti fisici vietati, ingressi contingentati e su prenotazione, capienze dei locali di ogni genere ridotte alla metà, uso delle mascherine, percorsi diversi per entrate e uscite, misurazione della temperatura, sanificazione. Va tutelato anche il personale di sorveglianza, sempre in mascherina con uso frequente gel igienizzante.

Le regole in vigore per la Fase 3 sono state approvate anche dalla Conferenza delle Regioni, ma le associazioni di categoria temono diverse criticità, a cominciare dal potenziale incasso che scende almeno del 50%, l’aumento dei costi,  le spese per mettersi in piena regola.
 
Intanto fa il pieno di adesioni, anche sui social, la campagna nazionale 'La Musica che gira', pensata dal mondo della musica italiano per chiedere al governo che il settore sia più considerato nel Dl Rilancio e nei vari decreti pensati per fare ripartire l'economia. Sui vari social appaiono in fotografia manager, cantanti, musicisti, tecnici del suono, promotori, operatori dei concerti, con scritte come 'io vivo di musica' e '#nosenzamusica.

Le regole per gli over 65 
Fase 3 significa anche, per gli anziani, prepararsi alla vaccinazione antinfluenzale, essere prudenti, avere un sano stile di vita e il rafforzamento del senso di ascolto del proprio organismo. Per gli 8,4 milioni di anziani con malattie croniche in Italia queste sono alcune regole da seguire per cercare di vivere con maggiore serenità la nuova fase.

"In questo momento valgono le norme di precauzione generale che dobbiamo continuare a rispettare e in più c'è qualche precauzione addizionale da seguire, specie se si è affetti da patologie croniche", spiega il presidente della Società italiana di geriatria e gerontologia, Raffaele Antonelli Incalzi.

Regola fondamentale è quella di seguire le vaccinazioni, ma serve anche prudenza: "gli anziani devono essere più attenti degli altri, ci sono regole comportamentali da seguire per una maggiore prudenza nei contatti. Una persona di 75 anni, con scompenso cardiaco, insufficienza renale e bronchite cronica io eviterei che stia in luoghi chiusi e affollati”, sottolinea il geriatra.
Condividi