Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/figlio-con-15enne-difesa-donna-ragazzo-sereno-ha-risposto-98bd5677-f7e7-4efa-930f-dfd18a284f07.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Il giovane per 3 ore risponde ai pm

Prato, incidente probatorio: secretato l'interrogatorio del quindicenne

Audizione protetta per il minorenne presunta vittima di violenza sessuale da parte di una donna di 31 anni

Tribunale di Prato (Ansa)
Condividi
Si è concluso, dopo oltre 3 ore l'incidente probatorio, con audizione protetta, del 15enne presunta vittima della violenza sessuale a opera di una 31enne che gli dava ripetizioni private, pur non essendo un'insegnante, a Prato. Da lei il ragazzo ha avuto anche un figlio.

Uscendo dall'aula, uno dei due legali dell'indagata, che dallo scorso 28 marzo è agli arresti domiciliari, l'avvocato Massimo Nistri, ha spiegato che l'interrogatorio "è stato secretato" e che il ragazzo è parso "sereno e ha risposto a tutte le domande".

L'incidente probatorio in modalità protetta era cominciato intorno alle 14,30 al palazzo di giustizia di Prato. 

Il 15enne si trovava in un'aula del tribunale di Prato con il giudice e uno psicologo, mentre in una stanza attigua - in videoconferenza - si trovavano i rappresentanti dell'accusa, i pm Lorenzo Gestri e Lorenzo Boscagli, e i rappresentanti della difesa della donna, oltre alla legale della famiglia del ragazzino.

L'indagata è agli arresti domiciliari dallo scorso 28 marzo e il tribunale del riesame di Firenze ha respinto la richiesta di revoca della misura cautelare avanzata dai suoi legali. La donna ha fornito la sua versione dei fatti sia ai pm che al gip, nel corso dell'interrogatorio di garanzia, e ai giudici del riesame, sostenendo sempre di aver avuto i primi rapporti sessuali con il minore dopo che aveva compiuto 14 anni, respingendo le tesi dell'accusa che fanno risalire i primi rapporti sessuali tra i due quando il ragazzo era ancora tredicenne e quindi non in grado di dare il suo consenso.
Condividi