Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/figlio-uccide-padre-martellate-lite-in-famiglia-Rovigo-Carabinieri-Porto-Vito-pubblico-ministero-Andrea-Bigiarini-59e1d1c6-a4e5-4962-96c6-b364b9670928.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Parricidio

Lite in famiglia, 29enne uccide il padre a martellate. Convalidato l'arresto

Tra i due c'era tensione da tempo ma non si conoscono le cause che hanno portato al drammatico gesto. L'uomo è morto poco dopo l'aggressione

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea E' stato arrestato, con l'accusa di omicidio, Gabriele Finotello, il giovane 29enne, incriminato di aver ucciso il padre  Giovanni Finotello, 57 anni, a martellate. E' stato condotto in carcere a Rovigo.

Il provvedimento è stato deciso dopo l'interrogatorio tenutosi nella Caserma dei Carabinieri di Porto Viro, in provincia di Rovigo, alla presenza del pm Andrea Bigiarini che ha ascoltato l'uomo.

L'arma del delitto è stata sequestrata e la dinamica dell'aggressione mortale sarebbe stata già ricostruita dagli inquirenti. 

La tragedia familiare avvenuta in Polesine è accaduta alle 14,30 circa, al culmine di una lite furiosa in casa, quando il figlio ha colpito con un martello alla testa e al busto il padre. Il fatto è accaduto a Porto Viro, in Via Siviero, 50. 

I Carabinieri della stazione locale e della Compagnia di Adria sono intervenuti sul posto con i soccorsi. Il padre era ancora vivo quando sono arrivati gli operatori sanitari del 118 ma è morto, prima delle 16, per le gravi ferite riportate nella clinica 'Madonna della Salute' dove era stato trasportato d'urgenza.

E' stato il giovane a chiamare i soccorsi dopo essersi reso conto che le ferite inferte con il martello erano gravi. Di professione il giovane uomo è operatore socio sanitario agli Istituti Polesani di Ficarolo (Rovigo), casa di riposo che ospita persone affette da disabilità psichica.

Padre e figlio abitavano nella stessa casa bifamiliare. Tra i due c'era tensione da tempo. 

 
Condividi