Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/francia-corpo-smembrato-italiano-scomparso-a4cd044f-bd1f-4d00-9a32-7f40b9615355.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Francia, trovato corpo smembrato: è un italiano scomparso il 9 luglio

La pista investigativa privilegiata, afferma il quotidiano Dauphine' Libe're', e' quella che conduce alla camorra

Condividi
È di un italiano, nato a Napoli nel 1975 e scomparso lo scorso 9 luglio, il cadavere smembrato trovato domenica scorsa da un cacciatore nell'Isere, dipartimento francese della regione del Alvernia-Rodano-Alpi. Il cadavere era avvolto in un telo di cellophane, lasciato in un'area boschiva di Charette, a 30 km circa da Bourgoin-Jallieu.

L'autopsia ha permesso di rilevare "lesioni craniche", causate da un "oggetto contundente", ha spiegato il procuratore di Grenoble, Eric Vaillantò. La morte potrebbe essere arrivata a causa di un'emorragia a seguito delle gravi ferite riportate. La pista investigativa, afferma il quotidiano Dauphiné Libéré, è quella che conduce alla camorra. 

Il cadavere è di un 44enne che si era trasferito oltralpe per motivi di lavoro. Per diversi anni aveva vissuto a Viareggio, in provincia di Lucca. Proprio in Toscana dieci anni fa l'uomo era stato vittima di un accoltellamento nel quartiere Terminetto. Dopo la sua scomparsa si era occupato del caso anche il programma "Chi l'ha visto?". Il corpo è stato identificato grazie l'esame del DNA e la procura di Roma ha deciso di aprire un'inchiesta.
Condividi