Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/germania-comunita-ebraica-consiglia-evitate-kippah-kippa-dove-ci-sono-molti-musulmani-quartieri-problematici-5ef66283-7715-4e99-8a72-d6c10bc3167b.html | rainews/live/ | true
MONDO

Invito alla prudenza

Germania, la comunità ebraica: "Evitate la kippà dove ci sono molti musulmani"

"La questione è se sia meglio avere un altro copricapo" in quartieri "problematici": il monito arriva dal presidente del consiglio centrale degli ebrei in Germania Josef Schuster

Una kippah
Condividi
Berlino Gli ebrei a Berlino non devono aver paura né devono nascondersi. Ma se dovessero frequentare "quartieri ad alta densità di musulmani", sarebbe meglio non usare la kippà, il copricapo circolare indossato dagli ebrei osservanti maschi. Il monito arriva direttamente dalla comunità ebraica tedesca nella capitale: a lanciarlo è Josef Schuster, presidente del consiglio centrale degli ebrei in Germania.

L'invito alla prudenza
"La maggior parte delle istituzioni ebraiche sono ben protette. La questione è però se sia effettivamente sensato lasciarsi identificare come ebrei" ha detto Schuster in un'intervista con l'emittente Rbb"Forse è meglio portare un altro copricapo", ha aggiunto. Già alcuni giorni fa, in rete era stato pubblicato un video: si vede un uomo con una kippà camminare per Parigi e ricevere insulti di vario tipo:



La replica a Netanyahu
Dopo gli attentati a Charlie Hebdo, il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha invitato i membri delle comunità ebraiche in Europa a trasferirsi in Israele. Ma Schuster ha declinato l'invito, sostenendo che non bisogna darla vinta ai terroristi e non è che in Terra santa si sia più al sicuro, essendo la minaccia globale - ha aggiunto: "Si tratta di uno sviluppo che non avrei immaginato cinque anni fa, ed è già un po' spaventoso".

Reati a sfondo antisemita in aumento
In Germania, nel 2014 sono aumentati i reati con movente antisemita. Nel 2013 le autorità ne hanno registrati 788, l'anno dopo 1076, come reso noto dalla fondazione Antonio Amadeu con un rapporto che si basa su dati governativi. Il responsabile della ricerca, Jan Riebe ha sottolineato che molti reati non vengono neanche denunciati. 
Condividi