Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/germania-governo-allentamenti-restrizioni-vaccinati-b7b9edb5-71aa-4cae-8752-6b203b7a3814.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Un pass certificherà l'avvenuta vaccinazione

Germania: dal governo ok agli allentamenti delle restrizioni per vaccinati e guariti

La situazione epidemica mostra segni di allentamento: continuano a decrescere i nuovi contagi

Condividi
Il governo tedesco ha dato ufficialmente il via libera agli allentamenti delle restrizioni per le persone completamente vaccinate contro il Covid-19. Con una disposizione in materia ha così avviato l'iter per la successiva approvazione da parte del Parlamento, che dovrebbe arrivare tra giovedì e venerdì. 

Secondo la nuova norma, che equipara i vaccinati ai guariti, gli alleggerimenti delle misure potranno entrare in vigore già a partire da questo fine settimana. "Si tratta di un passo importante verso la normalità", ha affermato la ministra alla Giustizia, Christine Lambrecht, annunciando la decisione del Consiglio dei ministri guidato da Angela Merkel. A detta di Lambrecht, "in futuro i vaccinati e i guariti non dovranno più sottostare a limitazioni in quanto a contatti sociali e mobilità".

In particolare, chi ha già ricevuto le due dosi potrà incontrarsi liberamente con altri vaccinati e non rientra nel conteggio per quanto riguarda i ritrovi con altre persone. Allo stesso tempo, vaccinati e guariti non dovranno sottoporsi a quarantena né presentare tamponi negativi al rientro dall'estero, a meno che provengano da zone in cui sono presenti varianti particolarmente aggressive.

Rimane, tuttavia, l'obbligo di mascherina in determinati luoghi, così come il mantenimento della distanza minima negli spazi pubblici. "Il successo delle vaccinazioni non significa che non dobbiamo più prestare attenzione", ha sottolineato ancora Lambrecht.

A certificare l'avvenuta vaccinazione - che dev'essere stata effettuata da almeno 14 giorni - sarà un apposito pass, cartaceo oppure digitale, che sarà redatto in tedesco, inglese, francese, italiano e spagnolo.

Alcuni allentamenti delle misure anti-Covid sono già entrati in vigore in Baviera, in particolare proprio per quello che riguarda vaccinati e guariti, liberati dall'obbligo di un tampone e non costretti a rispettare l'eventuale coprifuoco.

Come precisato dal governatore Markus Soeder, "abbiamo voluto dare il segnale che la vaccinazione è importante. Siamo convinti che con questo pass torni a prevalere la libertà del singolo", anche se in generale "è necessario continuare a mantenere la massima attenzione". A detta di Soeder, "anche se alcuni valori si sono sviluppati positivamente, non possiamo ancora dire che la terza ondata sia stata spezzata". 

Sempre in Baviera, nelle circoscrizioni e nei comuni in cui l'incidenza dei nuovi contagi è tornata ad essere inferiore ai 100 sui 100mila abitanti nei sette giorni, potranno riaprire fino alle 22 i ristoranti con i tavoli all'aperto, i concerti, i teatri e i cinema. Sempre nelle zone con un'incidenza d'infezione ai 100, a partire dal 21 maggio potrà ripartire anche il turismo, con la riapertura di alberghi, case vacanza e camping.

In effetti, la situazione epidemica mostra segni di allentamento in Germania: continuano a decrescere i nuovi contagi, che stando ai dati del Robert Koch Institut contano 7534 nelle 24 ore, ossia quasi 3000 casi in meno rispetto al dato di sette giorni fa. 
Condividi