Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/guerra-oms-3-milioni-contagiati-vaccino-2021-2717ef91-6f5c-4aeb-ae00-2f08bc3d53ad.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Guerra, Oms: almeno 3 milioni di contagiati, vaccini a inizio 2021

Condividi
Non mi sbilancerei sul numero di contagiati in Italia. Stando ai dati della Cina, però, siamo nel giro di qualche milione. Anche più di tre milioni. Abbiamo regioni, molto popolose, che hanno avuto un attacco intenso del virus. Ma i valori saranno ovviamente molto differenti da regione a regione". Così Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell'Oms e componente del Comitato tecnico scientifico, in un'intervista al Messaggero in cui sottolinea la necessità di fare i tamponi in modo tempestivo.   "Oggi abbiamo più materiale di laboratorio, più capacità di fare diagnostica. I tamponi andranno eseguiti a coloro che hanno una sintomatologia suggestiva che però rispetto all'inizio si è diversificata molto: mentre prima era una polmonite o una infezione polmonare, oggi invece la sintomatologia clinica per cui si ricorre al tampone è più ampia", spiega Guerra. "Quello che importa però, oltre a fare una diagnosi precoce, è identificare i contatti. L'app sarà fondamentale. Il tampone di massa non è una soluzione, vanno fatti sulla base di un sistema di sorveglianza attivo che identifichi il positivo entro 24 ore, prima che vada in ospedale. Sarà fondamentale essere rapidi".   Per l'esperto "il futuro sarà avere tutte le persone vaccinate. Ci sono un'ottantina di vaccini in valutazione, almeno cinque o sei estremamente promettenti che potrebbero darci uno strumento efficace entro il primo trimestre del prossimo anno. A livello di Oms - sottolinea - ci stiamo cautelando perché il costo del vaccino, da chiunque sia sviluppato, sia gestibile. Non può essere riservato solo a chi se lo potrà permettere".
 
 
Condividi