Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/high-line-new-york-compie-5-anni-turisti-statua-liberta-ff447125-c0d9-4b14-8c4a-2c5e770fb7ed.html | rainews/live/ | true
ITINERARI

Progetti di successo

La High Line di New York compie 5 anni e ha più turisti della Statua della Libertà

Un'oasi verde nella città che non dorme mai. Entro l'anno un nuovo tratto

La High Line di New York
Condividi
di Carlotta Macerollo La High Line di New York, il parco urbano sospeso costruito su una vecchia ferrovia, festeggia il suo quinto compleanno, con l'orgoglio di ospitare cinque milioni di visitatori ogni anno, molti di più, secondo i suoi responsabili, della Statua della Libertà.

"Un successo inatteso"
Un successo inatteso anche per il cofondatore Joshua David, insieme a Robert Hammond e presidente dell'associazione no-profit Amici della High Line, che gestisce e mantiene il parco grazie un esercito di volontari: "Provo una sensazione meravigliosa. Questo è stato un progetto magico ed è stato un grande piacere esserne parte". 

2,3 chilometri di strada sopraelevata
Ispirato al "corridoio verde" di Parigi, l'High Line si estende su oltre 2,3 chilometri ad ovest di Manhattan, da Gansevoort Street, a sud della 12esima strada fino alla 30esima. Montata sui vecchi binari di una ferrovia inizialmente destinata alla demolizione, la passeggiata pubblica, interamente pedonale, ha oltre 300 specie di piante perenni, erbe, arbusti e alberi accuratamente curati.

L'ingresso è gratuito e l'apertura in estate dalle 7 fino alle 23 ne hanno fatto un luogo di ritrovo per turisti e newyorkesi: le persone qui camminano, corrono, ammirano la vista su Manhattan. 



5 milioni di visitatori nel 2014
"Quest'anno pensiamo di superare i cinque milioni di visitatori, più della Statua della Libertà", ha dichiarato con orgoglio Jenny Gersten, regista di "Friends of the High Line", organizzazione non-profit che gestisce e cura il parco urbano aiutata da un esercito di volontari. 

Entro l'anno un nuovo tratto
Ma la riconversione dell'ex ferrovia non è ancora finita. Il capogiardiniere Thomas Smarr racconta: "In questo momento il parco è lungo circa un miglio e aggiungeremo quasi mezzo miglio di nuovi giardini che contiamo di aprire in autunno". Merito dei 112 milioni di dollari investiti dall'amministrazione Bloomberg e delle decine di milioni di donazioni raccolte dall'associazione che coprono il 90% dei costi di manutenzione.
 
Condividi