Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/incendio-marghera-ditta-chimica-02c2ff8b-ad8e-45c6-873b-b2e1d5e5fba8.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Venezia

Marghera, incendio in una ditta di prodotti chimici: due feriti

L'appello del Comune di Venezia per il rischio di emissioni tossiche dalla 3V Sigma Spa ma . Gravi i due feriti. Il sindaco rassicura "Allarme cessato". Il ministro Costa monitora il danno ambientale.

Condividi
E' di due feriti gravi, al momento, il bilancio dell'incendio sviluppatosi questa mattina in un'azienda chimica di Marghera (Venezia). A confermarlo l'assessore alla Protezione civile della regione Veneto, Gianpaolo Bottacin: "Il primo ferito è stato trasportato in elisoccorso a Verona, il secondo trasferito da Dolo al Centro grandi ustionati di Padova".    

Bottacin ha definito quanto accaduto un "incendio molto complesso". "Sono intervenuti i vigili del fuoco di Venezia, Vicenza, Padova e Treviso - ha spiegato - in questo momento l'area è circoscritta ma è difficile pensare ad uno spegnimento rapido in tempi brevi, quindi non è possibile escludere nuove esplosioni".    

"Allarme cessato per l'incendio al porto di Marghera", ha scritto su twitter il sindaco di Venezia Luigi Brugaro. "Grazie ai Vigili del Fuoco, alla nostra Polizia Locale, alle Forze dell'Ordine, all'Arpav - aggiunge - e a tutto il dispositivo di #sicurezza che è intervenuto. Adesso riapriremo la viabilità".

L'incendio ha interessato un'area di 10mila metri quadrati. Sono novanta i vigili del fuoco impegnati che sono riusciti  a circoscrivere le fiamme.

Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa segue la vicenda dicendosi "in continuo e stretto contatto con i soggetti competenti per verificare che non ci siano rischi ambientali. Ai feriti, alle loro famiglie e ai loro colleghi esprimo tutta la mia solidarieta'. Occorre vigilare affinche' episodi simili non si verifichino piu': e' fondamentale garantire la sicurezza sul luogo di lavoro e la tutela dell'ambiente" ha detto. 

"E' necessario accertare le responsabilita' ed effettuare tutti i rilievi sulla qualita' dell'aria nella zona interessata dall'incendio" di porto Marghera scrive in una nota la segretaria confederale Uil Silvana Roseto, sottolineando che il sindacato è vicino ai lavoratori rimasti feriti nell'esplosione ed esprime preoccupazione per i danni che possono derivare alla popolazione.

"Questo ennesimo grave incidente dimostra, qualora ce ne fosse ancora bisogno, quanto sia importante lavorare sul tema della sicurezza di tutti i siti, da quelli chimici a quelli contenenti materiali e rifiuti pericolosi - aggiunge Roseto - mediante controlli puntuali da parte delle autorita' competenti, perche' questi eventi sono inaccettabili". "La magistratura fara' il suo corso. Noi - come sindacato - ribadiamo che bisogna intervenire opportunamente - conclude Roseto - con azioni tempestive e concrete, mediante controlli costanti affinche' si tuteli sempre il lavoro e la salute dei cittadini"

L'operaio dello stabilimento a Rainews24: "ho visto esplodere il serbatoio"



Su twitter il Comune di Venezia ha fatto sapere che "il vento spira in direzione centro storico. L'Amministrazione comunale ha inviato i 'i residenti nel territorio comunale e nei Comuni limitrofi di restare al chiuso e chiudere le finestre'"."La centrale operativa della Polizia locale informa che, in base al Piano per le industrie a rischio di incidente rilevante, 'tutti i residenti nella Municipalità di Marghera devono restare in casa o in luogo chiuso e tenere chiuse porte e finestre'".



Condividi