Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/indonesia-aria-inquinata-condannati-presidente-e-tre-ministri-adc714ff-1b31-4083-bbf5-50ae4dfe1d92.html | rainews/live/ | true
AMBIENTE

La qualità dell'aria ha superato spesso i valori raccomandati

Indonesia, aria inquinata: condannati presidente e tre ministri

A sporgere denuncia sono stati attivisti, personalità pubbliche, tassisti, titolari di mototaxi, persone che soffrono di patologie causate dall'inquinamento

Condividi
Oggi, a due mesi dal vertice COP26, arriva una sentenza storica dall'Indonesia: in una causa intentata da 32 cittadini, il presidente Joko Widodo, tre ministri e tre governatori provinciali sono stati dichiarati colpevoli di "mancato rispetto delle regolamentazioni sull'inquinamento atmosferico". La sentenza letta dal giudice Saifuddin Zuhri, ha evidenziato che "gli imputati hanno commesso un atto illegale, pertanto dovranno rafforzare le norme nazionali sulla qualità dell'aria affinché possano proteggere la salute, l'ambiente e gli ecosistemi, con strumenti basati sulla scienza e la tecnologia".     

Il distretto della corte di Giacarta centrale si è pronunciato con un voto di tre a zero a favore del gruppo dei 32 residenti che hanno sporto denuncia nel luglio 2019 contro il presidente Widodo, tre dei suoi ministri - Affari interni, Sanità e Ambiente - e i governatori di Giacarta, Banten e Giava Occidentale. A denunciare le  autorità sono stati attivisti, personalità pubbliche, tassisti, titolari di mototaxi, persone che soffrono di patologie causate dall'inquinamento. Nessuno di loro ha chiesto compensazione finanziaria, ma una supervisione più rigorosa e sanzioni per gli inquinatori.

Giacarta ha 10 milioni di residenti e altri 30 milioni vivono nella sua area metropolitana. Secondo un recente studio sulla qualità dell'aria, è emerso che nella capitale indonesiana i livelli di inquinamento atmosferico superano spesso di quattro o cinque volte quelli raccomandati dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Giacarta è il modello di megalopoli asiatica: oltre all'inquinamento dell'aria, anche quello dei fiumi, la contaminazione delle acque sotterranee che riforniscono la città mentre la congestione stradale costa all'economia 6,5 miliardi di dollari all'anno.
Condividi