Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/interrogatorio-maltauro-expo-conferma-cupola-d5c6d4f5-99ff-4dc4-9e0c-70c3424d64c1.html | rainews/live/ | true
ITALIA

L'imprenditore vicentino Enrico Maltauro sentito per nove ore dai Pm

Expo, Maltauro conferma esistenza di una "cupola" per spartizione appalti

In Procura l'imprenditore che avrebbe pagato una tangente al'ex segretario dell'Udc ligure Cattozzo non ha fatto nomi di altri politici o imprenditori coinvolti

Condividi
Milano "La cupola c'era", almeno secondo Maltauro. L'imprenditore vicentino arrestato la settimana scorsa - con l'accusa di condizionare i bandi d'appalto per Expo 2015 a Milano - ha così confermato l'esistenza di un comitato d'affari tra imprenditori, politici e manager della società che gestisce le opere per l'esposizione universale. Maltauro è finito in manette insieme ad altre sei persone, tra le quali l'ex general manager di Expo Angelo Paris.

La cupola - secondo le accuse - prometteva avanzamenti di carriera e protezioni politiche ai manager, incontrava direttori di aziende ospedaliere, copriva e proteggeva le imprese “riconducibili” a tutti i partiti.

Da quanto si è appreso, l' imprenditore per circa nove ore ha risposto a tutte le domande chiarendo le vicende e descivendo uno per uno i fatti contestati. Nel suo
interrogatorio, ora secretato, l'imprenditore vicentino avrebbe confermato pienamente l'impianto accusatorio ed è stato ritenuto "utile per il consolidamento" dell'inchiesta. 
Condividi