Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/lezioni-in-streaming-per-studenti-universitari-e-laurea-via-skype-68c16b03-5da6-4288-a1f4-a38b7193d851.html | rainews/live/ | true
TECH

Al via negli atenei corsi e esami a distanza

Università, la laurea ai tempi del coronavirus si consegue online

Milano, Bologna, Varese, Pavia, Lecce, Como: per studenti e laureandi la tecnologia viene in aiuto per contenere il contagio

Condividi
La laurea in comunicazione all'Università di Milano-Bicocca ai tempi del coronavirus si consegue su Skype: l'esperienza l'ha appena fatta Cori Verga, 22 enne di Milano, che si è laureata il 2 marzo in Comunicazione.

La neo laureata è stata tra i primissimi a sperimentare questa nuova modalità,  dettata dall'emergenza sanitaria.

Laurea a  Milano: senza condivisione c'è delusione
"E' stato molto, ma molto meno formale di come l'immaginavo", racconta la studentessa, con un certo disappunto. "Sì, la delusione sicuramente c'è, perché ci si laurea una, due volte nella vita. E' un traguardo importante che si vorrebbe anche condividere, non così". Ma si accontenta:  "Tutto sommato è uscita fuori una cosa carina. Ma non la stessa cosa. Con questa modalità è mancata un po' la 'sacralità' del momento. Questo lo pensano anche altri miei compagni di studio. Mi fossi laureata un mese fa sarebbe stato tutto normale".

Laurea a Bologna: massimo dei voti via web
Anche una studentessa 23enne di Fabriano, Martina Cerioni, ha discusso la tesi della laurea triennale in Storia moderna su "Storia e storie del monastero di Sant'Onofrio in Fabriano" via web, in collegamento con Bologna.  "L'Alma Mater Studiorum" - racconta la studentessa - "mi ha comunicato che la discussione della tesi doveva avvenire via telematica a causa del coronavirus. Ieri mattina, 2 marzo, mi sono collegata in videoconferenza e ho discusso la mia tesi".

Martina ha ottenuto il massimo del punteggio, 3 su 3. Ora attende la proclamazione con il voto complessivo ed è stata convocata a Bologna il 3 aprile per la cerimonia. "A sostenermi, la mia famiglia e gli amici più cari che erano con me, ma a casa e non nell'aula dell'Università", racconta ancora emozionata la studentessa. Per lei la vera festa si svolgerà ad aprile con la proclamazione ufficiale a Bologna, "coronavirus permettendo".

A Pavia neo ingegneri a distanza con applauso finale
Sessioni di laurea online mercoledì all'Università di Pavia: l'ateneo terrà le sessioni di laurea in Ingegneria con sedute a distanza, che si terranno attraverso collegamenti online. Più di 80 studenti saranno in collegamento con le commissioni, formate da 3 a 5 docenti a seconda del tipo di laurea, in una ventina di aule virtuali create con Skype for Business.

La commissione dei docenti sarà fisicamente in un'aula dell'ateneo, mentre i laureandi saranno connessi in remoto con la possibilità di esibire lucidi o slide e condividere filmati. Come le tradizionali sedute di laurea anche queste saranno aperte al pubblico e ogni discussione potrà essere seguita online al link riportato sulla homepage della Facoltà di Ingegneria.

Ogni seduta potrà essere seguita al massimo da 250 utenti unici. Anche per il pubblico non sarà una semplice diretta streaming, ma un collegamento interattivo che consentirà, a fine sessione, il classico applauso di festeggiamento per il neo-dottore.

Lecce: e-learning sperimentale 
Sperimentazioni per lezioni a distanza e sedute di laurea in streaming anche nel Salento, ha disposto il rettore dell'ateneo Fabio Pollice, al fine di assicurare il regolare svolgimento di tutte le attività dell'Università del Salento, e in particolare di quelle relative alla didattica e ai servizi agli studenti.

Lezioni ed esercitazioni continueranno a svolgersi regolarmente, assicurando la sanificazione e areazione giornaliera delle aule e dei laboratori; ma è in corso una sperimentazione su metodologie di
e-learning che potrebbero essere utilizzate per assicurare la continuità didattica nel caso di necessità di interruzione delle lezioni.

La sperimentazione per lo streaming live delle sedute è stata messa a punto dalla Ripartizione Tecnica e Tecnologica ed è stata già attivato in occasione della proclamazione dei laureati in Ingegneria dell'Informazione, Ingegneria Industriale e Ingegneria Civile, e rappresenta una soluzione che, adottata a regime, avrà applicazioni utili al di là dell'emergenza in corso.

Milano: aule virtuali al Politecnico, laurea online per 1200
Sono 2.500 gli studenti del Politecnico di Milano che stanno seguendo corsi in aule virtuali, mentre entro la prossima settimana saranno 40mila gli universitari dell'ateneo che potranno seguire le lezioni a distanza. Ad annunciarlo è stato il rettore Ferruccio Resta: "Nel frattempo abbiamo anche le lauree da fare - ha aggiunto -, giovedì ce ne sono 1200 e le faremo tutte a distanza. Non possiamo fare festa con le famiglie e quindi abbiamo rimandato. Quando potremo faremo un Graduation Day per invitare qua tutte le famiglie dei 1200 laureati".

Il rettore ha inoltre spiegato di non attendersi un'immediata riapertura dell'ateneo: "Le università, rispetto alle scuole,  hanno una differenza sostanziale: mentre le scuole offrono un servizio a un bacino più limitato da un punto di vista geografico, alle università gli studenti arrivano da un bacino molto ampio. Quindi mi aspetto che le scuole saranno le prime ad essere riaperte e le università probabilmente le ultime proprio per l'impatto regionale e per i numeri che abbiamo".

A Varese e Como lezioni registrate pubblicate sulla piattaforma 
All'Università dell'Insubria da martedì si insegna a porte chiuse e banchi vuoti: docenti di varie discipline saranno in cattedra a Varese e a Como per registrare le lezioni che saranno subito pubblicate sulla piattaforma e-learning.

''L'università non si ferma", commenta il rettore Angelo Tagliabue. "È importante affrontare la situazione con positività e fiducia. In questa seconda settimana di emergenza coronavirus abbiamo fatto ricorso al grande potenziale innovativo dell'ateneo e attivato tutte le misure possibili per limitare i disagi agli studenti, nel rispetto delle indicazioni regionali e ministeriali''.

I primi docenti saliranno in cattedra per registrare le lezioni a Varese e a Como, mentre altri docenti stanno già facendo lezione in videoconferenza, collegati con gli studenti. Il calendario delle lezioni straordinarie è in costante aggiornamento e sulla piattaforma e-learning sono proposte anche lezioni registrate per altri motivi lo scorso anno, come per esempio quelle di matematica del prorettore.
Condividi