Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/libano-presidente-aoun-stato-laico-29cc2e48-a63b-45a1-b852-c264214f03bb.html | rainews/live/ | true
MONDO

Hezbollah: "Pronti a discutere patto politico"

Libano, il presidente Aoun chiede di proclamare il Paese come Stato laico

Condividi
"Chiedo di dichiarare il Libano come uno Stato laico". Lo ha detto il presidente, Michel Aoun, durante un discorso in diretta tv alla vigilia del centenario di proclamazione dello Stato libanese. Aoun ha riconosciuto la necessità "di cambiare il sistema" dopo l'enorme esplosione al porto di Beirut all'inizio di agosto e dopo che mesi di crisi economica hanno fatto sprofondare il Paese nel baratro.

"Poiché sono convinto che solo uno Stato laico sia in grado di proteggere il pluralismo, di preservarlo trasformandolo in una reale unità, chiedo che il Libano sia dichiarato uno Stato laico", ha detto Aoun alla vigilia della seconda visita del presidente francese Emmanuel Macron, che preme per una riforma del sistema confessionale. Aoun si è quindi impegnato a "chiedere il dialogo tra autorità religiose e leader politici per arrivare a una formula accettabile per tutti e che possa essere attuata attraverso opportuni emendamenti costituzionali". 

Hezbollah: "Pronti a discutere patto politico"
Intanto, Hezbollah è pronto a discutere di un nuovo "patto politico" in Libano, proposto dalla Francia: lo ha detto Hassan Nasrallah, leader della formazione filo-iraniana. "Siamo aperti a qualsiasi discussione costruttiva sull'argomento, ma a condizione che sia volontà di tutti i partiti libanesi" ha detto in un discorso il segretario generale di Hezbollah, riferendosi all'appello fatto dal presidente francese Macron atteso domani per la seconda volta dopo la devastante esplosione del 4 agosto.
Condividi