Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/locatelli-possibile-seconda-dose-J-J-con-uno-a-Rna-9e283ac8-e63b-4a0c-bdb2-d94a43f2bf61.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

La lotta alla pandemia

​Locatelli: possibile seconda dose J&J con uno a mRna

Intervista del coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico a "Che tempo che fa", su Rai3

Condividi
"Il vaccino Johnson and Johnson ha ottenuto l'approvazione della somministrazione monodose; in queste ore c'è notizia di una revisione da parte di Fda e forse arriverà anche da Ema, per la somministrazione di una seconda dose con un vaccino mRna. Anche somministrandolo oltre 2 mesi non inficia l'efficacia".

Lo ha detto il coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico Franco Locatelli a "Che tempo che fa", su Rai3.

E poi: sui vaccini anti covid "si è partiti con una strategia di convincimento e di persuasione, che ha fatto largamente breccia e ha permeato la coscienza di tanti cittadini. Qualora ve ne fossero le indicazioni e gli estremi si potrebbe arrivare anche a considerare l'obbligo", ha aggiunto Locatelli.

"Situazione più favorevole rispetto ad altri Paesi"
"E' chiaro che la situazione italiana è largamente più favorevole rispetto ad altri Paesi in termini di circolazione virale. Ma tutto questo non è accaduto per caso. E' frutto di una delle percentuali più alte di soggetti vaccinati nella popolazione vaccinabile e anche perché abbiamo avuto cautela e gradualità nelle riaperture", ha spiegato Locatelli.

"Poi anche il mantenimento delle misure non farmacologiche, come mascherina, distanziamento e lavaggio mani. Tutte cose che nel Regno Unito sono state di fatto abbandonate. Noi avevamo suggerito di essere più prudenti, ma la politica ha ritenuto di fare scelte diverse e al momento i numeri dicono che non abbiamo pagato un prezzo a queste riaperture".
Condividi