Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/lussemburgo-maxi-multa-amazon-746-milioni-di-euro-per-violazione-gdpr-c449fe0f-9acd-483d-ad13-6ff2ea6c9ca8.html | rainews/live/ | true
TECH

746 milioni di euro

Privacy, dal Lussemburgo maxi multa ad Amazion per volazione del regolamento sui dati personali

A conclusione di un'indagine avviata nel 2018, l'autorità lussemburghese condanna l'azienda, che annuncia ricorso

Condividi
 L'autorità lussemburghese per la protezione dei dati (Cnpd), ha condannato Amazon con una multa record da 746 milioni di euro per aver trattato i dati personali in violazione del regolamento generale sulla protezione dei dati dell'Ue (Gdpr). La decisione, risalente al 16 luglio, conclude l'indagine partita da una denuncia del 2018 da parte dell'associazione francese per i diritti alla privacy 'La Quadrature du Net', che ha raccolto 100 mila firme in suo sostegno. 

Amazon annuncia ricorso
"Siamo fortemente in disaccordo con la sentenza dell'Autorità per la Privacy lussemburghese Cnpd e intendiamo presentare ricorso". Lo sottolinea Amazon in una dichiarazione in risposta alla maxi multa. ''Mantenere la sicurezza delle informazioni relative ai nostri clienti e la loro fiducia sono priorità assolute per noi. Non c'è stata alcuna violazione di dati personali, né alcuna esposizione a terze parti di dati relativi ai nostri clienti. Queste circostanze sono indiscutibili", sottolinea l'azienda di Seattle. "La decisione relativa al modo in cui mostriamo ai clienti pubblicità rilevante, si basa su interpretazioni soggettive e inedite della normativa europea sulla privacy e la sanzione proposta - conclude il colosso dell'e-commerce - è del tutto sproporzionata anche rispetto a tale interpretazione".

Condividi