Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/m5s-Di-Maio-Congresso-Non-credo-sia-priorita-Italia-02893e6c-c79b-4078-ac85-9da2257f7bb7.html | rainews/live/ | true
POLITICA

​M5S, Di Maio: "Congresso? Non credo sia priorità Italia"

Condividi
"La questione del Congresso, degli Stati generali l'ho lanciata quando mi sono dimesso da capo politico: saranno questioni che approfondirà l'attuale capo politico Crimi, che ha tutta la mia fiducia. Quello che credo è che non sia la priorità dell'Italia. C'è una crisi economica che non ricordiamo dal dopoguerra, ci sono preoccupazioni e dobbiamo dare risposte
empestive a questo: voglio dedicarmi al Paese". Lo dice il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, durante 'Speciale - L'aria che tira' in onda su La7, all'indomani dello scontro avvenuto tra Grillo e Di Battista.

Nel 2010 il Movimento 5 Stelle non aveva accettato rimborsi elettorali, non aveva certo bisogni di soldi dal Venezuela. Risponde poi così Di Maio alle domande sull'articolo apparso oggi sul quotidiano spagnolo Abc su un presunto finanziamento del regime di Caracas all'M5S.

"Ma se nel 2010 volevamo tre milioni di euro, accettavamo i rimborsi elettorali delle regionali di maggio che erano circa 3 milioni di euro e se volevamo altri soldi non rinunciavano a cento milioni di euro fra stipendi e rimborsi elettorali, mica ci servivano i soldi del Venezuela", ha detto Di Maio.

E poi: "Ciò che posso dire da titolare della politica estera è che questo è un paese che vuole stare in maniera orgogliosa nella Nato e nell'Unione Europea e che guarda agli altri paesi in un'ottica di cooperazione di scambi commerciali, politici, ma non di nuove alleanze".
Condividi