Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/m5s-di-battista-di-maio-grillo-56196e75-76ad-4c37-912a-c32aaf52cedc.html | rainews/live/ | true
ITALIA

M5S, Di Maio media, 'Dibba' tiene il punto

Condividi
Il giorno dopo lo scontro tra Alessandro di Battista e Beppe Grillo, che ha investito i Cinque Stelle e ha reso ancora più evidenti le fratture interne al Movimento, Luigi Di Maio prova a mediare:  "Non c'è da schierarsi da una parte o dall'altra" - ha affermato il ministro degli Esteri - "se restiamo uniti questo paese cambia". Di maio lancia un appello all'unità ma l'obiettivo è disinnescare le possibili ripercussioni negative per l'esecutivo guidato da Giuseppe Conte: "I cittadini sanno che c'è una crisi economica, ci sono preoccupazioni sul lavoro e per i giovani. Io mi voglio dedicare al paese".

A chi gli chiedeva se avesse in mente di ricandidarsi a Capo politico di M5s, Di Maio ha preferito rispondere in modo vago: "Penso a lavorare per gli italiani. Faccio il ministro e cerco di servire il Paese nel migliore dei modi". Quanto al merito delle questioni sollevate da Di Battista, sul congresso reclamato a gran voce dall'ex-deputato Di Maio ha tagliato corto, affermando che a suo avviso "non e' la priorita' per gli italiani".

Alessandro Di Battista ieri ha tenuto il punto, pur manifestando dispiacere per la reazione di Grillo: "Ho detto che serve uno spazio di confronto, chiamatelo come volete, è la mia idea. Beppe Grillo - ha detto - mi ha mandato a quel paese, ma e' una proposta in cui credo, e dato che sono una persona riconoscente, anche se manda a quel paese una mia proposta, se ho avuto l'opportunita' di farla e' merito suo e di Gianroberto, poi ho delle idee, se non siamo d'accordo - ha concluso - amen".
Condividi