Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/m5s-probiviri-statuto-procedura-espulsione-dissidenti-d95efae0-4777-445f-8eb2-b792b34bf355.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Conseguenze al no al governo Draghi

M5s, probiviri: da statuto, aperta la procedura di espulsione per i dissidenti

Clima teso in casa 5 stelle. Morra a RaiNews24: "Io fuori dal gruppo, non dal Movimento". Di Battista: "Non sono cambiato io, ma il Movimento"

Condividi
"Il Collegio dei Probiviri, convocato nella riunione odierna, ha deciso a maggioranza dei suoi componenti di applicare quanto automaticamente previsto dallo Statuto in caso di espulsione dal gruppo parlamentare e procederà già da oggi con l'apertura dei procedimenti nei confronti dei parlamentari a cui è stata comunicata l'espulsione, da parte dei capigruppo di Camera e Senato, in seguito al voto di fiducia sul governo degli scorsi giorni. Contestualmente inizierà una fase di attenta verifica su tutti i portavoce non in regola con le rendicontazioni, procedendo fin da oggi con le prime aperture di procedimento per i più ritardatari". Lo comunica in una nota il Collegio dei Probiviri del Movimento 5 stelle.

Morra a RaiNews24: "Io fuori dal gruppo al Senato, non dal Movimento"
"Da quello che mi risulta sono fuori dal gruppo parlamentare del Senato ma non dal M5S: questo lo deve  decidere il Collegio dei probiviri e poi sottoposto a una consultazione online. Quando tutta la procedura sarà conclusa si potrà dire che sono fuori dal M5S". Così il senatore Nicola Morra, presidente della commissione Antimafia, a Sabato24 su Rainews. "L'espulsione dal movimento - assicura - sarà oggetto di eventuale contenzioso, ma io faccio appello alla ragionevolezza, rischiamo di fare il gioco del sistema che ci vuole omologare". 

"Mi risulta che il collegio dei probiviri sia fermo da oltre un anno e prima delle nostre richieste di procedura di espulsione dovrebbe esaminare tante altre precedenti, credo che non sia nell'interesse di nessuno di noi far implodere il Movimento".

Di Battista: "Non sono cambiato io e non fondo un partito"
Nessun nuovo partito, nessuna corrente e guai a parlare di scissione. Alessandro Di Battista lo ha chiarito
attraverso una diretta Instagram, nel corso della quale ha risposto a numerose domande e dubbi dei suoi follower. "Non sto fondando partiti. Sto provando a dedicarmi da fuori determinate battaglie, come ho sempre fatto in questi anni. Voglio fare questo". "Non sono io a no pensarla più come il M5S, è il M5S che non la pensa più come me".
Condividi