Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/maltempo-sardegna-venezia-acqua-alta-toscana-lazio-sicilia-22881f5c-017f-44d3-bb28-7936af74aa9e.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Le previsioni meteo

Maltempo nel fine settimana, Sardegna osservata speciale. Verso alta marea a Venezia

Condividi
Nel corso del fine settimana un nuovo vortice mediterraneo provocherà un guasto del tempo sulle regioni centro-meridionali. IlMeteo.it, comunica che il vortice ciclonico Poppea nei prossimi giorni continuerà a condizionare il tempo atmosferico sul bacino del Mediterraneo, facendo sentire i suoi effetti su molte regioni italiane. Nel corso della giornata di sabato 6 il centro di bassa pressione andrà via via approfondendosi: piogge e temporali anche di forte intensità interesseranno Sardegna, Toscana, Lazio, Abruzzo, Campania, Puglia, Molise e Basilicata.

Sardegna osservata speciale
In questo frangente osservata speciale sarà la Sardegna: a causa dei forti contrasti che si verranno a creare, non è esclusa la possibilità di veri e propri nubifragi accompagnati da raffiche burrascose di vento lungo le coste più esposte. Domenica 7 l'alta pressione delle Azzorre riuscirà a imporsi con sempre maggiore decisione al Nord e su Parte del Centro: la giornata festiva trascorrerà dunque all'insegna di un tempo maggiormente soleggiato, ma via via più freddo specie al mattino e in serata. Qualche pioggia sarà invece ancora possibile sulla Sardegna. Cattive notizie invece per la prossima settimana funestata da un nuovo vortice ciclonico.

Nel dettaglio, sabato 6. Al nord: piogge deboli in Emilia Romagna, nubi irregolari altrove. Al centro: maltempo con rovesci su gran parte delle regioni. Al sud: piogge o temporali su Campania, Puglia centro-settentrionale e parte della Basilicata. Domenica 7. Al nord: primissime ore con piovaschi in Emilia, poi tempo asciutto e anche soleggiato. Al centro: in gran parte asciutto salvo una certa instabilità lungo le coste della Sardegna. Al sud: asciutto, ma con molte nubi. Da lunedì nuovo vortice con condizioni di maltempo soprattutto al Centro-Sud. 

Toscana codice giallo
Meteo in graduale peggioramento sulla Toscana con forti raffiche di vento Grecale dalle prime ore di domani, sabato, accompagnate da deboli piogge inizialmente sul sud in estensione nel corso della notte anche al centro nord della regione. Dal tardo pomeriggio di domani è previsto un aumento dell'instabilità con possibilità di temporali sul sud della regione e sull'Arcipelago. Per questo la Sala operativa della protezione civile regionale ha emesso un codice giallo per vento forte su gran parte della Toscana, ad esclusione di Lunigiana, Versilia e versanti appenninici, con validità dalla mezzanotte di oggi fino alla mezzanotte di domani, sabato 6 novembre. Ulteriori dettagli e consigli sui comportamenti da adottare, a seconda del rischio, si trovano all'interno della sezione "Allerta meteo" del sito della Regione Toscana.

Lazio, allerta meteo gialla da domattina e per 18 ore
"Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso oggi l'avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dal mattino di domani, sabato 6 novembre 2021, e per le successive 12-18 ore si prevedono sul Lazio: precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale con quantitativi cumulati generalmente moderati. Il Centro Funzionale Regionale ha effettuato la valutazione dei Livelli di Allerta/Criticità e ha pertanto inoltrato un bollettino con allerta gialla per criticità idrogeologica su tutte le zone di allerta del Lazio. La Sala Operativa Permanente della Regione Lazio ha diramato l'allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda, infine, che per ogni emergenza la popolazione potrà fare riferimento alle strutture comunali di Protezione civile alle quali la Sala Operativa Regionale garantirà costante supporto". Lo comunica in una nota la Protezione Civile del Lazio.  

Domani alta marea, possibile sollevamento Mose Venezia
Il Centro Maree del Comune di Venezia ha comunicato che alle 10:50 di domani è previsto un picco di marea di 110 cm sul medio mare. Possibile il sollevamento delle barriere del Mose. 

In Sicilia estensione stato di emergenza
Intanto, in seguito al passaggio del ciclone Apollo e al progressivo aggiornamento della ricognizione dei danni causati dall'eccezionale ondata di maltempo che lo scorso ottobre ha colpito la Sicilia, il governo regionale ha esteso ad altri Comuni lo stato di emergenza regionale e la richiesta dello stato di calamità nazionale già deliberati il 27 ottobre. "Il bilancio complessivo è pesante, altri Comuni si aggiungono alla lista di quelli che dovranno ricevere adeguati ristori. Roma ci ha assicurato sostegno, confidiamo che sia celere e adeguato", commenta il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. In base alla relazione della Protezione civile regionale, guidata da Salvo Cocina, l’elenco degli 86 Comuni danneggiati dagli eventi meteo tra il 5 e il 26 ottobre è stato integrato con  altri 13 territori. Relativamente al passaggio del ciclone Apollo tra il 28 e il 31 ottobre - che ha causato danni al patrimonio pubblico e privato, interruzione di viabilità comunale, provinciale, statale e autostradale, allagamenti, interruzione di pubblici servizi, cedimenti di opere di protezione di moli e porti, isolamento di frazioni costringendo all’evacuazione di numerose famiglie -  sono interessati alla dichiarazione dello stato di emergenza 32 Comuni. La stima dei danni è ancora in corso. Una prima valutazione dei danni ha quantificato in 2 milioni di euro gli interventi urgenti e in 50 milioni quelli strutturali di riduzione del rischio. Complessivamente, l'importo dei danni causati dal maltempo in tutto il mese di ottobre è stimato in 10 milioni per gli interventi urgenti e in 150 milioni per quelli strutturali. Inoltre, si stimano ulteriori 50 milioni di danni all'agricoltura, alle attività produttive e residenziali.
Condividi