Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/mandato-cattura-gb-per-cittadini-russi-3ecff4f2-8131-4061-a2ea-5f9a9e5bcda1.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Caso Skripal, mandato di cattura per due cittadini russi

May: operazione approvata da alto livello Mosca

Condividi
La polizia britannica ritiene di aver raccolto "sufficienti indizi" per emettere un mandato di cattura internazionale nei confronti di due presunti cittadini russi per la tentata uccisione a marzo a Salisbury con un agente nervino dell'ex spia Serghiei Skripal e di sua figlia Yulia. Lo ha annunciato il numero due di Scotland Yard, Neil Basu, indicando i due come  Alexander Petrov e Ruslan Boshirov, ma precisando che probabilmente entrambi viaggiavano sotto falso nome. Londra non intende chiederne al momento l'estradizione a Mosca.

May: operazione approvata da alto livello Mosca
Theresa May ha affermato ai Comuni che i due sospetti russi accusati per l'avvelenamento nervino di Serghiei e Yulia Skripal a Salisbury in marzo,indicati oggi dalla polizia britannica con i nomi di AleksandrPetrov e Ruslan Boshirov, sono ritenuti dal governo di Londra "agenti del Gru", l'intelligence militare di Mosca. "Solo la Russia aveva mezzi tecnici e movente per condurre l'attacco", ha detto la premier. "Abbiamo avuto ragione a indicare (fin da marzo) lo Stato russo come responsabile", ha aggiunto.   Il tentato avvelenamento dell'ex spia del Kgb, Sergei Sjripal, insieme alla figlia Yulia a Salisbury non è stata "un'operazione di balordi" ma "quasi sicuramente" è stata approvata a "un alto livello dello Stato russo". Ha affermato la premier britannica. Il tentativo di Mosca di "nascondere la verità rafforza la loro colpevolezza", ha aggiunto, sottolineando che la Russia aveva l'esperienza e il movente per compiere l'attacco. 

Mosca, nomi russi identificati "non significano nulla"
I nomi dei russi sospettati nel caso dell'avvelenamento di Sergei Skripal e le foto pubblicate dal Regno Uniti "per noi non significano nulla". E' la risposta che arriva da Mosca a Londra. 
Condividi