Original qstring: wt_mc=2.social.tw.rainews_xxx.&wt&refresh_ce | /dl/rainews/articoli/manfredi-scrittore-roma-monossido-ospedale-553372b3-9c1e-4423-829d-3b76d6392feb.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Trasferito in coma a Grosseto

Roma, esalazioni monossido: grave scrittore Valerio Massimo Manfredi

Condividi
Lo scrittore Valerio Massimo Manfredi è stato trasferito d'urgenza dall'ospedale San Camillo di Roma a quello di Grosseto. E' in coma da intossicazione.

Manfredi è stato trasferito all'ospedale di Grosseto per essere ricoverato in camera iperbarica.

È ricoverata al policlinico Umberto I di Roma in codice rosso la donna che è stata trovata anche lei in gravi condizioni, insieme allo scrittore, nell'abitazione di via dei Vascellari a Roma. In un primo momento si era pensato che fosse la moglie dello scrittore che invece non era presente nell'appartamento. Manfredi era in casa con la scrittrice Antonella Prenner, anche lei ritrovata priva di sensi. 

A chiamare i soccorsi era stata la figlia che non riusciva a mettersi in contatto con il padre. I due sono stati ricoverati inizialmente al San Camillo e all'Umberto I. Sul posto, oltre alla polizia, i vigili del fuoco per eseguire alcune rilevazioni per capire se a intossicare lo scrittore sia stato il monossido.

Polizia e vigili devono anche verificare da dove potrebbe esser fuoriuscita la perdita, si ipotizza da una caldaia. Si attendono i rilievi della scientifica che ha raggiunto l'appartamento. Il palazzo è stato evacuato poi dai Vigili del Fuoco.
Condividi