Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/migranti-vertice-bilaterale-malta-libia-la-valletta-a2c1cff1-edfe-48fa-b604-c626273bced7.html | rainews/live/ | true
MONDO

L'annuncio del premier a La Valletta

Fine dell'odissea per i 49 migranti di Sea Watch e Sea Eye: in corso il trasferimento a Malta

I profughi trasferiti su una nave militare maltese e poi redistribuiti in 8 Paesi dell'Unione europea: Germania, Francia, Portogallo, Irlanda, Romania, Lussemburgo, Olanda e Italia. Salvini: Europa cede a ricatti ong e scafisti

Condividi
Svolta nella vicenda dei 49 migranti da settimane a bordo delle navi ong Sea Watch e Sea Eye al largo delle coste maltesi. E' in corso il loro traferimento a Malta. "Lo sbarco è questione di ore", aveva detto in precedenza in conferenza stampa il presidente di Malta, Joseph Muscat. 

Accordo Ue, migranti in 8 Paesi tra cui Italia
Il premier maltese Muscat ha annunciato il via libera all'accordo europeo sui migranti delle navi delle ong Sea Watch e Sea Eye, da settimane in mare con 49 migranti. Malta trasferirà sulle proprie navi i migranti che saranno redistribuiti tra otto Paesi Ue, tra cui l'Italia. 

Migranti redistribuiti in 8 Paesi tra cui l'Italia
Gli 8 Paesi che contribuiranno al ricollocamento dei migranti a bordo della Sea Watch sono, secondo quanto riferito da Muscat, "Germania, Francia, Portogallo, Irlanda, Romania, Lussemburgo, Olanda e Italia". "In segno di buona volontà da parte di coloro che hanno riconosciuto le missioni di salvataggio effettuate da Malta nei giorni scorsi - ha aggiunto Muscat -, altri 131 migranti già a Malta saranno trasferiti in altri Stati membri". "Accogliamo con favore questa dimostrazione di solidarietà - ha concluso il premier maltese - a riconoscimento del fatto che Malta ha fatto molto di più di ciò che gli spettava".
 
Vertice tra Malta e Libia
La dichiarazione dopo un vertice bilaterale Malta- Libia che si è svolto stamane nel palazzo del primo ministro maltese, nel centro del La Valletta, per affrontare la delicata situazione dei migranti. Presenti il primo ministro di Malta Joseph Muscat e il primo ministro libico Fayez al-Sarraj. L'incontro tra Muscat e Sarraj - sottolineano i media maltesi - è stato il primo dopo quello in occasione della Conferenza sulla Libia organizzata a Palermo a novembre. 

Il premier maltese Muscat ha detto che occorre "trovare una soluzione per combattere trafficanti di esseri umani, garantire la sicurezza dei paesi del Mediterraneo e parlare di come i migranti vengono trattati in Libia. Il leader libico Serraj ha ribattuto: "Disponibili ma il nostro paese soffre di instabilità". 

Salvini, Europa cede a ricatti ong e scafisti
"L'Europa si propone di accogliere altri immigrati cedendo ai ricatti di scafisti e onge questo rischia di diventare un enorme problema". Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini, oggi a Varsavia,  in conferenza stampa con il collega Joachim Brudzinski. 

L'incontro è stato seguito dall'inviata di Rainews24 Angela Caponnetto.
 
Condividi