Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/milano-uccide-amico-in-strada-dopo-lite-66a8214e-8dec-4761-9927-098c6f579b53.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Milano, uccide l'amico dopo una lite in strada: arrestato

La vittima è un giovane di 21 anni accoltellato all'addome, colpito dopo una serata passata con l'amico a base di alcol e droga

Condividi
Omicidio la scorsa notte a Milano: un giovane, William Lorini, di 21 anni,  è stato ucciso la scorsa notte - in base a una prima ricostruzione della polizia - da un amico, Marco Villa, di 27, per una lite scoppiata in strada dopo una serata ad alcol e cocaina. Villa, che era insieme alla propria compagna, ha accoltellato all'addome Lorini, che ha tentato inutilmente di difendersi con una livella. Trasportato all'ospedale San Raffaele il giovane  è morto poco dopo il ricovero. Marco Villa è stato arrestato.

Cosa abbia scatenato la lite tra i due giovani non è stato ancora accertato, ma l'ipotesi  è che sia nato tutto da una discussione per motivi di gelosia nei confronti della ragazza di Villa.    Dopo una serata trascorsa tra alcol e droga, i due hanno cominciato a discutere in strada. Pare che Lorini abbia minacciato l'altro con una livella da muratore e così, arrivati in via Meucci, nella periferia milanese, Villa  è salito a casa della fidanzata per prendere un coltello con cui si  è scagliato contro l'amico. Ha centrato due volte all'addome Lorini, procurandogli ferite che lo hanno ucciso pochi minuti dopo l'arrivo all'ospedale San Raffaele.   



I due giovani si conoscevano bene, avevano da poco avviato un'attività di restauro. La livella usata da Lorini era uno dei loro utensili da lavoro. Bloccato dalla polizia, Villa ha prima ammesso le proprie responsabilità e poi ha rilasciato dichiarazioni spontanee al pm di turno. Gli investigatori hanno raccontato che una volta in Questura  è apparso tranquillo.
Condividi