Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/morra-antimafia-lega-fdi-dimissioni-8ab2fdf6-fb71-4f2e-b41c-d2ed70aa7505.html | rainews/live/ | true
Rai News
POLITICA

Polemica politica

Lega, FI e Fdi non parteciperanno ai lavori antimafia: "Prima Morra si dimetta"

Bufera sul presidente della Commissione dopo le sue parole sulla Calabria

"La Lega non parteciperà ai prossimi lavori in commissione Antimafia e ai suoi comitati". Lo hanno scritto i parlamentari della Lega e componenti della commissione: Gianluca Cantalamessa, Pasquale Pepe, Lina Lunesu, Enrico Montani, Francesco Urraro, Erik Pretto, Luca Paolini, Andrea Dara e Gianni Tonelli in una lettera inviata allo stesso Morra e ai presidenti del Senato, Maria Alberta Casellati e della Camera, Roberto Fico.

"Le dichiarazioni su Jole Santelli - scrivono i leghisti - hanno mancato di rispetto non solo all'ex presidente, ma con lei a tutti i malati di cancro, ledendo l'intelligenza, oltre che la dignità, dei calabresi". Gli esponenti della Lega sottolineano che Morra "ha esasperato la triste vicenda dividendo, in maniera del tutto inaccettabile, gli italiani in due categorie: chi la pensa come lui, e quindi sarebbe inevitabilmente contro la mafia e quanti, avendo un'idea diversa, sarebbero pertanto a favore della mafia.

Il contesto si aggrava in considerazione del ruolo rivestito dal senatore Morra, quasi come se millantasse e paventasse informazioni riservate, e in di lui possesso, capaci di indurlo a dichiarazioni così offensive e inaccettabili".

Forza Italia e Fdi non parteciperanno se non dopo le dimissioni di Morra
"Fratelli d'Italia ha deciso che non parteciperà più ad alcuna riunione della Commissione parlamentare antimafia per protestare contro le mancate dimissioni del presidente Morra. Riteniamo che le sue vergognose e inqualificabili dichiarazioni verso la compianta Jole Santelli e verso tutti i cittadini calabresi non possano essere derubricate a boutade o fraintendimento. Per questa ragione torniamo a chiedere le immediate dimissioni di Morra e, fino a quando non ci saranno, FdI rimarrà fuori dalla Commissione".

Lo dichiarano i componenti per Fratelli d'Italia della Commissione parlamentare antimafia, il Capogruppo in Commissione Senatore Antonio Iannone, il Segretario dell'Ufficio di Presidenza della Commissione, Onorevole Wanda Ferro e il Capogruppo al Senato Senatore Luca Ciriani.

"I parlamentari di Forza Italia componenti della Commissione antimafia hanno scritto al presidente Morra e ai presidenti del Senato Maria Alberti Casellati e della Camera Roberto Fico una lettera in cui annunciano che non parteciperanno ai prossimi lavori della commissione antimafia per protestare contro le mancate dimissioni dello stesso Morra dopo le inqualificabili affermazioni nei confronti della compianta presidente della Calabria Jole Santelli, che prefigurano una inaccettabile discriminazione sociale dei malati di cancro, e contro le offese rivolte agli elettori calabresi". 

Lo affermano in una nota congiunta le presidenti dei gruppi parlamentari azzurri Anna Maria Bernini e Maria Stella Gelmini. "Riteniamo che questo comportamento - prosegue la lettera - e il tentativo di attribuire a un'inesistente manipolazione lo stravolgimento del suo pensiero, rendano incompatibile la permanenza di Morra nel delicato ruolo istituzionale che riveste, e finché non arriveranno le sue dimissioni, i commissari di Forza Italia diserteranno i lavori della Commissione e dei suoi comitati".

La difesa di Morra
"Dimettermi da presidente dell'Antimafia? Piacerebbe a tanti, ma io credo che anche quello che è accaduto ieri sia un episodio all'interno di una strategia, perché quando dai fastidio a Cosa Nostra, la mafia e la 'ndrangheta, come ci hanno insegnato, allora bisogna sporcare, infangare e delegittimare". Così il senatore Nicola Morra dopo la bufera scoppiata in seguito alle sue parole su Jole Santelli e sul voto dei calabresi.