Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/morte-morricone-cordoglio-d129436b-9fa7-4f2d-9b7c-f6af2561d6af.html | rainews/live/ | true
CULTURA

Artisti e istituzioni piangono la morte di Ennio Morricone. Mattarella: artista geniale

Condividi
"La scomparsa di Ennio Morricone ci priva di un artista insigne e geniale". Lo afferma il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dopo la morte del compositore. "Musicista insieme raffinato e popolare, ha lasciato un'impronta profonda nella storia musicale del secondo Novecento. Attraverso le sue colonne sonore ha contribuito grandemente a diffondere e rafforzare il prestigio dell'Italia nel mondo. Desidero far giungere alla famiglia del Maestro il mio profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza”.
 
"Sapevo che stava poco  bene, era caduto e stava male, ma la notizia mi giunge ora. Sono molto addolorato. Era un grande amico, una grande persona, al di fuori della creatività musicale. Ed è importante essere creativi anche sul piano umano. Io non credo che ci sia una divisione fra la personalità e la  creatività, vanno di pari passo. Certamente sarà una enorme mancanza, non solo genio musicale, ma anche umano". Così Vittorio Storaro commenta la scomparsa di Ennio Morricone, con il quale  a collaborato in tanti film che hanno fatto la storia del cinema, a  partire da 'Novecento' di Bernardo Bertolucci.      

"Oggi Ennio non c'è piu'. E tutti noi siamo orfani di un sublime compositore conosciuto in tutto il mondo. La sua grandezza deriva da due elementi: il fatto di aver studiato musica contemporanea con Goffredo Petrassi e la sapienza dell'arrangiamento". Lo scrive l'attore e regista Carlo Verdone sul suo profilo Facebook postando una foto assieme al compositore scomparso oggi. "Un arrangiamento - prosegue - solenne, nostalgico, potente e spesso ironico. Ennio Morricone sarà immortale per il suo talento inarrivabile che lo portava ad esaltare qualsiasi film. Gli vorrò sempre bene, ricordandolo per aver dato grazia e poesia ai miei primi due film". 

"È difficile dire addio a un grande artista che con la sua musica ha segnato in maniera indelebile l'immaginario di intere generazioni e il cinema di tutto il mondo. La sua opera ci ha accompagnato negli anni, il suo lavoro al fianco dei più grandi maestri da Sergio Leone a Giuseppe Tornatore e Giuliano Montaldo, ha saputo affermarsi nel mondo per poi rinnovarsi
ogni volta, e fino alla fine, attraversando i decenni, le frontiere e tutti i generi musicali. Ci mancherà la sua grande cultura, la complessità della sua opera e la semplicità della sua persona. Lascia un'immensa eredità e un grande insegnamento a noi e alle future generazioni": così Paolo del Brocco, amministratore di Rai Cinema, ha ricordato Ennio Morricone.

“Ennio Morricone è stato un genio della musica e un genio del cinema - ha dichiarato Antonio Monda, direttore artistico della Festa del Cinema - È inconcepibile vedere alcuni film senza apprezzare ed esaltarsi per la sua musica. Parliamo di film di grandissimi registi, il Pantheon del cinema mondiale deve enormemente a Morricone. Ricordo alcuni elementi personali che ho avuto modo di conoscere frequentandolo e lavorando con lui. Il primo riguarda la sua passione ma anche la sua grandissima competenza per gli scacchi, giustamente si vantava di aver pattato una volta con Boris Spassky; la seconda passione era quella per la Roma, era un tifoso di calcio accanito e anche spiritosissimo; la terza è per la città di Roma, è stato sempre romano, orgogliosamente romano, legato profondamente alle sue radici anche quando il successo straordinario lo ha portato in giro per il mondo. Ci mancherà enormemente perché è insostituibile, uno dei più grandi artisti della storia del cinema e della musica”.

"Addio, Ennio Morricone. Artista sublime. Maestro di emozioni". Lo scrive su Facebook il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, postando un video del maestro.

"Dolore per la morte di Ennio Morricone, grande musicista e compositore del nostro tempo. Le sue colonne sonore hanno segnato la storia del cinema, in Italia e nel mondo, e  continueranno a emozionarci. Roma era la sua città e oggi piange la  scomparsa di un artista molto amato". Lo dice la sindaca di Roma, Virginia Raggi, su Twitter dopo avere appreso la notizia della morte.       
 
"Il maestro Ennio Morricone è stato uno dei più importanti compositori contemporanei. La sua musica sinfonica e quella per i film è stata e sarà per sempre la colonna sonora della nostra vita. Le sue storie musicali da Oscar erano sempre coinvolgenti e commoventi sia in teatro che sul grande schermo. La sua musica arriva dritta al cuore delle varie generazioni che ha affascinato, sintesi perfetta di una creatività sublime e di una profonda umanità". Cosi' su Facebook il governatore della Campania, Vincenzo De Luca.
 
"Conserverò per sempre magnifici ricordi degli incontri con il Maestro #Morricone. Una persona gentile e meravigliosa: un genio assoluto. La sua morte priva il mondo di un enorme artista che ha inventato bellezza e poesia senza tempo. Con la sua scomparsa se ne va una parte di noi". E' il ricordo , su Twitter, del conduttore Fabio Fazio.
Condividi