Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/morto-astori-nel-sonno-671837f6-3b3c-4d2a-8ebb-b40774668e5d.html | rainews/live/ | true
SPORT

Lutto nel calcio

Morto Davide Astori, la procura apre fascicolo per omicidio colposo

Il calciatore, che aveva disputato anche 14 gare con la Nazionale, era in ritiro ad Udine con la squadra viola. Rinviate tutte le partite di Serie A e B previste oggi e domani

Condividi
 "Abbiamo aperto un procedimento penale con ipotesi di omicidio colposo, allo stato attuale a carico di ignoti, e abbiamo disposto l'autopsia che verra' eseguita prossimamente". Lo ha detto il procuratore capo di Udine Antonio de Ni'colo ai microfoni del Giornale Radio Rai in merito alla morte improvvisa del capitano della Fiorentina Davide Astori.

"Una tragedia immensa, una dura prova di vita per tutti noi, ci mancherà per sempre". Ha la voce strozzata in gola e gli occhi lucidi Andrea Della Valle quando parla davanti alle telecamere per ricordare Davide Astori, il capitano della sua Fiorentina la cui improvvisa scomparsa ha lasciato tutti sgomenti: la famiglia, la compagna Francesca che sconvolta si è messa in viaggio da Firenze verso Udine, tutto il mondo dello sport, i dirigenti, gli allenatori, i compagni del passato e di adesso, ma anche la città alla quale il 31enne difensore aveva scelto di legare la carriera. Proprio oggi, ha raccontato Della Valle, avrebbe dovuto firmare il prolungamento del contratto.    "Mi sembra incredibile, sono incredulo e piango con la sua famiglia e tutta la Fiorentina", ha scritto su Twitter Matteo Renzi. "Sgomento e profondo dolore per la terribile notizia, Firenze si stringe intorno alla famiglia di Astori e alla Fiorentina" ha postato il sindaco Dario Nardella che ha proclamato il lutto cittadino in occasione dei funerali del capitano viola e annunciato iniziative per ricordarlo "anche per il profondo legame che aveva stretto con la città oltreché con i tifosi".   Quei tifosi che durante la giornata, sotto choc, affranti, attoniti, si sono radunati davanti allo stadio e al centro sportivo per portare sciarpe, messaggi, massi di fiori, striscioni in ricordo di Astori. E per stringersi attorno a Pioli e alla squadra quando poco dopo le 16, con un charter da Udine,  arrivata a Firenze dove ad accoglierli ha trovato anche Andrea Della Valle: "siamo tutti sconvolti, penso alla famiglia, alla compagna, alla figlia, a noi tutti; ha detto il patron accompagnato il dal presidente esecutivo Cognigni e dal dg Corvino - Era un capitano vero, sono orgoglioso di averlo avuto qui in questi anni. Ora la squadra reagirà per lui". Della Valle ha deciso di rimanere a Firenze, mentre sul sito del club è stato diffuso per tutto il giorno un video con tutte le immagini più belle di Astori. I compagni hanno postato in serata messaggi toccanti, da Thereau ("Il paradiso ti aspetta capitano") a Benassi ("Non so darmi spiegazioni a tutto questo, so solo che sarai sempre il nostro capitano") a Maxi Olivera: "sempre nei nostri cuori". Al centro sportivo il bandierone viola  stato ammainato in segno di lutto.     "La cosa che qui appare inusuale e su cui bisognerà riflettere, anche se in medicina il 'rischio zero' non esiste mai, è che la morte sia avvenuta nel sonno. I meccanismi che agiscono nelle forme di morte giovanile durante il sonno sono diversi da quelli legati all'attività sportiva. E a mia memoria, ogni qualvolta un atleta è rimasto vittima di questi episodi è sempre accaduto in relazione a uno sforzo sportivo".  Cosi' il direttore del dipartimento di medicina sportiva dell'ospedale 'Careggi' di Firenze, ed ex medico sociale della Fiorentina, professor Giorgio Galanti, in una intervista rilasciata al quotidiano 'Il Corriere Fiorentino', parlando delle cause che hanno portato alla morte del difensore viola, Davide Astori. "In via ipotetica, con l'autopsia si potrebbero trovare delle spiegazioni, come una malformazione cerebrale o una malattia cardiaca rara non diagnosticabile - ha aggiunto il professor Galanti - Una cosa è certa, l'atleta è sempre stato controllato e le eventuali alterazioni legate all'attività del cuore durante lo sforzo sono state tutte monitorate. Una morte durante il sonno in un giovane è sicuramente una tragedia rarissima, ma non è da attribuirsi al mestiere di atleta. Doping? Non c'entra niente. Il livello di controllo in Italia ha raggiunto livelli elevatissimi e quindi questo sospetto non si pone neppure".      Il Procuratore di Udine: "Cause naturali" "L'idea è che il giocatore sia deceduto per un arresto cardiocircolatorio per cause naturali", ha detto il Procuratore capo di Udine, Antonio De Nicolo, anche se è "strano che succeda una cosa del genere a un professionista così monitorato senza segni premonitori".  Rinviate gare di Serie A e B Il Commissario Straordinario della Lega di Serie A, Giovanni Malagò, vista "la tragedia che ha colpito il mondo del calcio con l'improvvisa scomparsa del capitano della Fiorentina Davide Astori, ha deciso di rinviare a data da destinarsi le partite in programma oggi nella 27^ giornata di serie A". E anche la Lega di B ha deciso di rinviare le gare in programma oggi e domani, cioè le partite tra Avellino e Bari, tra Carpi e Venezia e tra Foggia ed Empoli, valevoli per l'ottavo turno di ritorno del campionato cadetto. Tutti gli incontri si disputeranno in data da destinarsi. Lutto da tutta la Serie A Dalla Roma alla Juventus, Inter, Napoli e Milan: si susseguono i messaggi di cordoglio dei club di Serie A per l'improvvisa scomparsa del capitano viola. "La Roma si unisce al dolore del mondo del calcio per la scomparsa di Davide Astori", ha scritto la società giallorossa su Twitter, mentre per la Juventus "oggi non esistono colori ma soltanto un profondo dolore", il Napoli è sconvolto "dalla tremenda notizia", l'Inter partecipa "con commozione" al dolore della famiglia e il Milan parla di "un ragazzo innamorato del calcio e della vita, cresciuto con noi".
Condividi