Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/morto-pino-caruso-maschera-siciliana-e-volto-tv-degli-anni-70-61a01eb9-83cf-488a-bffc-3bfcf8101f1b.html | rainews/live/ | true
SPETTACOLO

Era nato a Palermo nel 1934

È morto Pino Caruso, maschera siciliana e volto tv degli anni 70

Aveva debuttato come attore drammatico al Piccolo Teatro di Palermo nel 1957 ma nella sua lunga carriera è stato protagonista di tanti varieta televisivi sulla Rai come 'Gli amici della domenica', 'Dove sta Zazà', 'Che si beve stasera?' e 'Fantastico'

Condividi
Lutto nel mondo dello spettacolo: è morto l'attore palermitano Pino Caruso, aveva 84 anni. "Palermo perde un concittadino straordinario, un uomo, un artista che ha contribuito alla rinascita della città, con la sua cultura, la sua ironia, la sua sagacia", afferma il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

"Proprio negli anni della rinascita, dopo le terribili stragi del '92, contribuì con la sua forza e le sue idee a dare speranza ai palermitani e alla città: sue furono grandi intuizioni che sono rimaste nella tradizione culturale della città, come quella di un Festino che divenisse anche momento di spettacolo e gioia, oltre che di riflessione e fede - ancora Orlando -. Lascia in tutti noi un grande dolore, ma certamente anche l'orgoglio di averlo conosciuto e di aver condiviso un pezzo importante della nostra strada".



Caruso era nato a Palermo il 12 ottobre del 1934. La sua carriera iniziò in Sicilia come attore drammatico. Il debutto in teatro al 'Piccolo' di Palermo il 16 marzo  1957 con una piccola parte ne 'Il gioco delle parti' di Pirandello. Dopo otto anni di teatro di prosa tra Palermo e Catania si trasferisce a Roma.

Nel 1965 l'approdo alla compagnia del Bagaglino e al cabaret e due anni dopo, a Milano, Caruso sale sul palcoscenico del Teatro Nuovo con lo spettacolo 'Pane al pino e Pino al pino', di Castellacci e Pingitore. La popolarità televisiva arriva nel 1968 con il programma 'Che domenica amici' in Rai, di Castellano e Pipolo. Nel 1975, alla trasmissione 'Mazzabubu'', su Rai 1, il successo di 'Venga a prendere un caffè da noi', ballata satirica sulla mafia.

Nel 1977 dirige se stesso nel filma episodi 'Ride bene chi ride ultimo'. Nello stesso anno, sempre per la Rai, è protagonista di 'Caruso al cabaret'. Sono gli anni in cui Caruso diventa frequentatore dei salotti televisivi italiani: da 'Canzonissima' a 'Teatro 10', passando per 'Portobello' e 'Fantastico'. A metà degli anni Ottanta è spesso ospite di 'Domenica In'. Nella sua carriera anche la scrittura di diversi libri. In tv l'ultimo successo a partire dal 2002, con Caruso protagonista della fiction 'Carabinieri', in onda su Canale 5.


 
Condividi