Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/mottarone-cabina-rimossa-elicottero-fascicolo-incidente-probatorio-ae117c30-481e-4386-b351-40df0148c043.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La tragedia della funivia

Mottarone, magistrati chiedono inammissibilità dell'incidente probatorio chiesto dalla difesa

Stamane un nuovo sopralluogo sul luogo della tragedia. I magistrati chiedono inammissibilità o rigetto dell'incidente probatorio. Il procedimento riassegnato al gip di competenza

Condividi
Stamane in pieno maltempo il nuovo sopralluogo disposto dalla procura di Verbania in merito all'inchiesta sulla strage del 23 maggio, costata la vita a 14 persone. Il perito nominato dalla procura è Giorgio Chiandussi.

Tra gli obiettivi quello di comprendere le ragioni per le quali si è spezzata la fune e analizzare l'eventuale spostamento della cabina crollata. 

Al termine del sopralluogo con i vigili del fuoco si è deciso che 'Si tenterà di rimuovere la cabina della funivia precipitata sulle pendici del Mottarone in un unico blocco, prelevandola con un elicottero. Se non sarà possibile si potrebbe procedere al taglio in due prima di spostarla'.

'L'operazione prevede diverse fasi - spiega il capitano Luca Geminale, comandante della Compagnia dei carabinieri di Verbania - per le quali sarà stilato un programma da parte dei vigili del fuoco, che sarà sottoposto alla Procura".  

Intanto prosegue la definizione del procedimento penale: il procuratore di Verbania, Olimpia Bossi, e il pm Laura Carrera hanno deposto al gip Donatella Banci Buonamici le determinazioni riguardanti l'incidente probatorio: qualora dovesse essere effettuato, "pregiudicherebbe in modo irreversibile lo svolgimento delle attività di indagine" volte a individuare eventuali corresponsabili per la tragedia della funivia del Mottarone. I magistrati chiedono l'inammissibilità o il rigetto della richiesta avanzata dalla difesa del caposervizio della funivia Gabriele Tadini, l'avvocato Marcello Perillo, sulla quale il gip dovrebbe decidere entro oggi. 

Cambia nel frattempo la riassegnazione del procedimento sulla tragedia del Mottarone che va al gip Elena Ceriotti assente al momento della firma del fermo e "titolare per tabella del ruolo" che era stato assunto dal presidente dell'ufficio Gip Donatella Banci Buonamici come supplente per la convalida del fermo.

Il provvedimento è stato firmato oggi poiché lo scorso 31 maggio è cessato l'esonero dalle funzioni del giudice Ceriotti, che è rientrata in servizio. 
 
Condividi