Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/nomadi-sequestro-campi-nomadi-5e97ba0e-d918-4497-8acb-ea99c9def6fe.html | rainews/live/ | true
ITALIA

L'operazione della Guardia di Finanza

Roma, il tesoretto dei falsi poveri nei campi rom. Sequestro per 2 mln di euro

Per il Fisco erano indigenti, ma in realtà possedevano libretti di deposito, denaro, obbligazioni e gioielli, sequestrati dalle Fiamme Gialle

Un campo nomadi della capitale
Condividi
I finanzieri del comando provinciale di Roma hanno sequestrato a venti persone di etnia rom residenti presso diversi campi nomadi della Capitale beni per circa 2 milioni di euro. Si tratta di un tesoretto in denaro, libretti di deposito, obbligazioni e gioielli custoditi in cassette di sicurezza. Le persone risultavano indigenti e fruivano di alloggio ed utenze (acqua, elettricità e gas) gratuite a carico di Roma Capitale, oltreché dell’esenzione dalla tassa sui rifiuti. Ma la loro posizione contrastava con alcuni indizi, come la presenza di auto di lusso nei campi.
   
A carico delle persone coinvolte risultano, tra l'altro, precedenti per reati quali furto, ricettazione, possesso d'armi, rapina, falsificazione di denaro, false identità. Il tribunale di Roma ha emesso venti provvedimenti di confisca per i beni già sottoposti a sequestro, sulla base della manifesta sproporzione fra il patrimonio posseduto ed i redditi dichiarati al Fisco.
 
Condividi