Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/notizie-dal-mondo-rassegna-stampa-internazionale-giovedi-14-gennaio-8172377d-ccc7-4bc4-9df1-5b3eda02abde.html | rainews/live/ | true
MONDO

Giovedì 14 gennaio 2021

Le notizie dal mondo

Condividi
di Paolo Cappelli Nell'era Instagram, dove l'immagine è l'alfabeto della comunicazione, ci sono foto che diventano titolo e notizia da sole, sui giornali. E le truppe accampate a Capitol Hill non si vedevano a Washington dai tempi della guerra civile, con i confederati pronti a passare il Potomac. 

The Independent
Le truppe accampate a Capitol Hill mentre la Camera vota per il nuovo impeachment di Trump.







El Pais 
secondo impeachment contro Trump
La Camera approva l'avvio dell'iter di destituzione per incitamento alla rivolta del 6 gennaio. La Guardia nazionale accampata a Capitol Hill mentre vengono rafforzate le misure di sicurezza in vista del 20 gennaio.




FT
Trump sottoposto a impeachment una seconda volta dopo l'insurrezione di Capitol Hill. La Camera vota 232 a favore, 197 contrari. 10 repubblicani rompono le righe. NYC interrompe i contratti con le imprese della galassia Trump.
Il governo italiano piomba in crisi dopo le dimissioni di due ministre e un sottosegretario di Italia Viva, in dubbio il futuro politico di Giuseppe Conte da primo ministro. Improbabili, in caso di impossibilità per Conte di dar vita a una nuova maggioranza o un nuovo Governo, elezioni anticipate in tempi di pandemia e prima che ogni possibile strada alternativa sia esplorata.
 
Emily Bell, direttore del Tow Center for digital journalism alla Columbia University
La presidenza di Donald Trump sta terminando come è iniziata; con una minaccia per i sistemi democratici americani incubata sulle piattaforme tecnologiche statunitensi. Nel 2016, la minaccia era esterna: una campagna di disinformazione che ha avuto origine in Russia e si è diffusa attraverso i posti sociali. Nel 2020, la disinformazione è arrivata dall'interno della Casa Bianca. Ma mentre il resto del mondo ha passato gli ultimi cinque anni a promulgare leggi e quadri normativi per contrastare la disinformazione, quasi nulla è cambiato negli Stati Uniti. L'amministrazione entrante di Joe Biden dovrebbe guardare all'Europa dare nuove regole al settore e arginare la crisi.


Politico
Due volte sotto impeachment, Trump il solo presidente USA a finire due vote in stato di accusa.






NYT
Trump sottoposto a impeachment di nuovo
La Camera ha messo sotto accusa il presidente Trump per istigazione all' insurrezione a Capitol Hill appena una settimana prima che lasci il suo incarico. Un piccolo ma significativo numero di repubblicani si è unito ai Democratici per accusarlo di crimini e reati gravi, per una seconda volta, fatto senza precedenti per un presidente. Il senatore Mitch McConnell non riporterà il Senato al lavoro prima del 19 gennaio, il che significa che un processo è improbabile prima del giuramento e dell'insediamento di Joe Biden. 
Il finale annunciato di una presidenza, di Peter Baker
L'impeachment del presidente Trump per la seconda volta - in un Campidoglio circondato dalle truppe - sembra il culmine quasi inevitabile di quattro anni che hanno lasciato il Paese lacerato, arrabbiato e orfano di un senso di sé. Le nozioni di verità e realtà sono state atomizzate. La fede nel sistema si è erosa. La rabbia è l'unico terreno comune. Tutto ciò accade mentre in 24 ore muoiono 4400 americani, più che a Pearl Harbour o nell'11 settembre. Solo dopo che diversi parlamentari sono rimasti contagiati nell'assalto a Capitol hill e si sono adottate nuove regole, finalmente ieri abbiamo visto mascherine alla Camera. Gli storici faticano a definire il momento. Lo confrontano don la Grande Depressione, la Seconda Guerra Mondiale, la Guerra Civile. Ieri in Campidoglio, la scena ha evocato i ricordi della Zona Verde di Baghdad durante la guerra in Iraq. Le truppe bivaccate a Capitol Hill per la prima volta da quando i Confederati minacciarono di attraversare il Potomac.


WSJ
Il presidente Trump sottoposto a impeachment per la seconda volta
Si spacca il Partito Repubblicano, Mitch Mc Connell e Kevin McCarthy assumono posizioni differenti. Il primo non esclude di votare per la condanna di Trump in Senato, il secondo ha votato con 196 repubblicani contro l'impeachment, mentre 10 repubblicani passavano dall'altra parte per unirsi ai democratici, a favore.
Edito: l'impeachment in sette giorni
Mercoledì, i democratici hanno votato il secondo impeachment contro il presidente Trump, a meno di una settimana dalla sua uscita dallo Studio Ovale. E' una dichiarazione politica senza altri effetti pratici, anche se potrebbe suscitare più rabbia e discordia nell'opinione pubblica.  Dopo il rifiuto, appropriato, del vicepresidente Mike Pence di invocare il 25esimo emendamento per destituire Trump, i Democratici si sono precipitati in aula per metterlo sotto accusa: niente udienze, niente accertamenti, nessuna possibilità di difesa. A che scopo? Un obiettivo sembra essere semplicemente quello di taggarlo come l'unico presidente sottoposto a impeachment per due volte e di dichiarare che le azioni di Trump sono inaccettabili. In tal caso il voto della Camera dovrebbe essere sufficiente. Ognuno ha votato secondo coscienza, e questa dovrebbe essere la fine, senza che si arrivi al processo in Senato.


Washington Post
QAnon ha rimodellato il partito di Trump e ha radicalizzato i fedeli. L'assedio del Campidoglio potrebbe essere solo l'inizio. Nato nelle paludi di Internet, QAnon ha svolto un ruolo insostituibile nel mobilitare i rivoltosi durante l'attacco nel mondo reale del 6 gennaio. Twitter, in seguito ha eliminato più di 70.000 account associati alla teoria del complotto, riconoscimento della potenza online di QAnon, che negli ultimi giorni ha ricominciato a crescere. Un gruppo QAnon su Gab è cresciuto di oltre 40.000 membri dopo la fallita insurrezione. Altre migliaia si sono riversati su Telegram. La teoria della cospirazione, che descrive Trump come un guerriero messianico che combatte i satanisti dello 'stato profondo', il deep state, ha contribuito ad alimentare un estremismo militante del mondo reale che potrebbe continuare nell'era Biden.


The Hill
La nuova sfida di Biden: portare Trump a rispondere delle sue azioni, di Albert Hunt, ex direttore di Bloomberg e corrispondente politico per decenni sul WSJ
E' improbabile che Trump venga condannato in Senato prima della fine del suo mandato. Quindi l'impeachment sarà storicamente importante ma simbolico. Un processo giudiziario può essere tutt'altro. Fino alla scorsa settimana si presumeva  in privato nei circoli Biden - che la miglior linea fosse quella di attendere l'indagine del procuratore distrettuale di Manhattan sui guai economici e fiscali di Trump, un'indagine di due anni. Ma ora sembra quasi inevitabile ora che il nuovo procuratore generale, Merrick Garland, dovrà avviare un'indagine penale sulle azioni del presidente il 6 gennaio. Ciò sarà politicamente polarizzante, ma l'enorme prestigio di Garland, ex giudice capo della Corte d'Appello degli Stati Uniti ed ex alto funzionario del Dipartimento di Giustizia che lavorò sull'attentato di Oklahoma City, è una manna dal cielo per Biden.



Washington Post
Dan Balz
Trump è stato messo sotto accusa, ancora una volta, con il paese ancora più in guerra per la sua presidenza
Durante i quasi sei anni che comprendono l'ingresso di Trump in politica e la vita della sua presidenza, il paese è cambiato radicalmente, ma mai così tanto come nel tempo intercorso tra i due voti di impeachment. Per i democratici, la questione non è se l'impeachment dividerà di più il paese, ma piuttosto una questione di responsabilità. Con o senza impeachment, il paese sotto Trump si è mosso costantemente verso una sempre maggiore ostilità e, tra una parte della base di Trump è incline al ricorso alla violenza. Eric Foner: "Gli eventi dei giorni scorsi sono scioccanti, ma mostrano soprattutto che parte dei sostenitori di Trump abbracciano pienamente l'idea che la violenza sia un modo normale di esprimere le opinioni".



Welt
Spahn promette una campagna di vaccinazione più rapida e ammette gli errori
Renderemo questa la più grande campagna di vaccinazione di massa della storia, ha detto il ministro della Salute, rispondendo alle critiche dell'opposizione.




The Guardian
il peggior giorno per morti covid (ieri altri 1564), in GB passata quota 100mila 
le vite perse: ognuna di loro una storia, una tragedia individuale mentre il Paese lotta contro la seconda ondata.





Liberation
varianti covid-19 , gli invasori
dalla variante inglese a quella brasiliana, mutazioni a catena
Preoccupano la contagiosità accresciuta e la resistenza agli anticorpi. I vaccini dovrebbero mantenere la loro efficiacia. 





Die Presse
ritorno a scuola a metà strada
Prorogata di una settimana la didattica a distanza, le lezioni in presenza dovrebbero riprendere il 25 gennaio, ma non per tutti contemporaneamente.




Tagesspiegel
Berlino sta pianificando test covid rapidi nelle scuole per facilitare il ritorno a lezioni in presenza. 






La Nacion
la Sanità escude il confinamento nonostante il record di infezioni: ieri in Spagna 38869 nuovi casi, mai così tanti in un solo giorno. Le comunità inaspriscono le restrizioni a livello locale.






Le Figaro
Vaccini: la Commissione europea sotto pressione
Diversi Paesi, fra questi la Germania, lamentano la lentezza delle prime forniture di vaccini ordinati da Bruxelles per i 27 Paesi Ue
Edito: il calcio, la morale e il mercato
il rifiuto di Canal+ dopo il fallimento di MediaPro a subentrare per la trasmissione delle partite di Ligue 1, un milirdo e 150 milioni l'anno, è la fine di una spirale infernale del calcio francese.
Al PSG, Neymar e Mbappé guadagnano rispettivamente 3 e 2 milioni di euro al mese. E' tempo di tornare sulla terra. Ora molti club rischieranno il fallimento. A questo si aggiungono le conseguenze drammatiche della pandemia, che ha svuotato gli stadi. Ai presidenti e alla Lega calcio trovare nuove soluzioni. La crisi sarà salutare? Il calcio ormai è un mercato, anche quello francese finirà nell'orbita delle grandi piattaforme americane di servizi on line.     


Dalla redazione

CNN en Español 

“E' un viaggio mortale”: gli Stati Uniti avvertono i migranti di non partire con la nuova carovana dal Centroamerica
Il governo statunitense ha inviato un messaggio a coloro che stanno organizzando una nuova carovana di migranti dall’Honduras verso gli Stati Uniti questo fine settimana: “Non fatelo, non sprecate il vostro tempo e denaro e non mettete a rischio la vostra sicurezza e salute”. Lo ha affermato in un comunicato il Commissario ad interim della US Customs and Borde Protection (CBP) Mark A. Morgan. “La rotta è pericolosa e mette a rischio gli abitanti degli Stati Uniti e di altri paesi, a causa del Covid-19”. Il governo messicano ha comunicato di aver dispiegato centinaia di agenti delle Forze armate, Marina e Guardia nazionale nel sud del paese per contenere la carovana di migranti. 


NG.ru
La pandemia assicurerà alla Cina lo status di leader incondizionato. Sarà il Coronavirus a determinare la più grande economia mondiale
Grazie alla pandemia, la Cina diventerà più velocemente la più forte economia mondiale, secondo le stime degli esperti del World Economic Forum. Tra qualche anno il Celeste impero spodesterà gli Stati Uniti dal piedistallo della potenza economica leader su scala mondiale. La Cina occuperà il posto degli USA già nel 2028. Gli esperti attribuiscono l'attuale riduzione del divario tra la Cina e gli Stati Uniti all'impatto del coronavirus. "La pandemia COVID-19 e le relative conseguenze economiche hanno fatto vacillare la rivalità tra la Cina popolare e gli USA a favore della Cina", sottolineano i ricercatori di un altro think tank, il Centre for Economics and Business Research (CEBR). Secondo gli analisti, la ripresa è facilitata da "misure decisive per contenere la diffusione del virus, nonché da un'azione tempestiva delle autorità per mitigare gli effetti della crisi". 
Condividi