Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/notizie-dal-mondo-rassegna-stampa-internazionale-giovedi-25-febbraio-1f1fdb20-2501-4f11-aa8d-bd7a5ca59e98.html | rainews/live/ | true
MONDO

Giovedì 25 febbraio

Le notizie dal mondo

La rassegna stampa internazionale di Rainews

Condividi
di Paolo Cappelli La varianti impattano sulle attese di uscita dal lockdown, di ripartenza, di un'estate un po' più vicina all normalità. Varianti nuove in California, a NY. Varianti minacciose anche in  Europa.

FAZ
Monito di Angela Merkel su un nuovo lockdown nazionale
Il numero di nuove infezioni corona in Germania è aumentato in modo significativo rispetto alla settimana precedente a 11.869. Anche l'incidenza a livello nazionale di sette giorni è di nuovo in aumento. Il valore R, invece, rimane al di sotto del segno 1.
In un'intervista a FAZ, la cancelliera Angela Merkel parla dei pericoli di una terza ondata di corona, dei ritardi nelle vaccinazioni e dei test


FAZ 
La terza ondata della pandemia sta ora rotolando verso di noi, l'ondata di mutanti?
Merkel : Rispetto a novembre, dicembre, la situazione oggi è molto migliore. Di questo possiamo essere grati, soprattutto ai cittadini, che hanno contribuito enormemente con il loro comportamento. A Natale , il nostro sistema sanitario era sull'orlo di un'emergenza catastrofica. Oggi il numero giornaliero di contagi è di nuovo notevolmente inferiore, e grazie a Dio il numero dei decessi dovuti a Corona sta finalmente tornando a scendere. Tuttavia, è ancora incredibilmente alto. Dobbiamo adottare tutte le musre atte ad evitare un nuovo lockdown nazionale

"Io ho 66 anni e non appartengo al gruppo per cui Astrazeneca è consigliato" ma "e' un vaccino
affidabile, efficace e sicuro ed e' stato approvato dall'agenzia europea del farmaco e in Germania consigliato fino ai 65 anni di eta'" ha detto la cancelliera Angela Merkel in un'intervista a Faz. "Tutte le autorita' ci dicono che e' un vaccino di cui ci si puo' fidare" ha aggiunto Merkel.

Il governo tedesco non concedera' per ora privilegi speciali ai vaccinati contro il Covid-19. "fino a che il numero dei vaccinati sara' cosi' esiguo rispetto a quelli che aspettano un vaccino, lo stato non può trattare i due gruppi in modo diverso", ha detto la cancelliera Angela Merkel in un'intervista a Faz.
Diversa la situazione per ciò che riguarda il settore privato nel quale "noi, in quanto lato pubblico, non possiamo immischiarci", ha aggiunto la cancelliera.

Liberation
Covid-19, un giogo senza fine
fiammata di contagi a Nizza e Dunquerque, diffusione delle varianti, vaccinazione a rilento… dobbiamo temere una terza ondata?
il governo è costretto ad adattare la sua strategia con i confinamenti locali, come ha annunciato ieri a Dunkerque Olivier Véran
La situazione sta peggiorando", hanno dichiarato mercoledì uno per uno il portavoce del governo e il ministro della Salute. In equilibrio su un altopiano nazionale alto, relativamente stabile ma perverso, perché falsamente rassicurante, il Paese ha vissuto nei giorni scorsi i primi grandi focolai locali legati alla " svolta della variante britannica" , secondo Olivier Véran


Le Parisien
Dopo Nizza e Dunquerque, i dipartimenti che rischiano di tornare zona rossa
Nella regione parigina, nell'Est del Paese, l'epidemia galoppa di nuovo. Il primo ministro annuncerà oggi altre misure caso per caso




Les Echos
L'anno in cui il TGV ha affossato la SNCF
il gruppo ferroviario ha perso nel 2020 3 miliardi di euro
il TGV, principale fonte di profitti, con introiti a picco. La crisi complica l'implementazione della riforma delle ferrovie




Diario Noticias
Il 46% dei portoghesi prevede un paese chiuso fino a Pasqua
Sondaggio Diario. Questo periodo di restrizioni è più difficile da sopportare di quello di marzo 2020. La maggior parte delle persone e dei partiti chiama in causa i fallimenti del governo nella preparazione della terza ondata. L'effetto sull'economia e sull'occupazione è la preoccupazione principale. La reclusione individuale è più difficile di quella del marzo dello scorso anno (52%), dopo i fallimenti del governo (56%) e dei cittadini (68%) nella preparazione del terzo posto vacante. La soluzione sembra quindi essere quella di prolungare le misure restrittive: l ' 80% dei portoghesi vuole che il paese sia chiuso per altre due settimane, rivela un sondaggio di Aximage per DN, JN e TSF. E circa la metà (46%) ritiene che le restrizioni rimarranno fino a Pasqua.


Die Presse
Con il passaporto verde la prossima estate
Il consiglio europeo discute il passaporto vaccinale e le carenze delle forniture di Astra Zeneca.
La presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen è convinta che ci sarà un "notevole miglioramento" dei residui di vaccini in Europa entro l'estate. "I produttori di vaccini sono i nostri partner in questa pandemia", ha detto il politico della CDU. La situazione migliorerà sensibilmente, ha annunciato von der Leyen in vista del secondo trimestre. BioNTech potrebbe fornire più dosi di quanto inizialmente ipotizzato, è stato aggiunto il vaccino di Johnson & Johnson.
"Abbiamo scommesso su sei produttori, tre dei quali sono stati ora approvati e sono richiesti in tutto il mondo, due stanno per essere approvati", ha spiegato. L'UE ha quindi scommesso sui "cavalli giusti" con la sua strategia. L'ampia gamma di vaccini può essere utilizzata anche contro le mutazioni. "Se i dati dei ricercatori israeliani dovessero confermare che le persone vaccinate da BioNTech difficilmente trasmettono più il virus, allora sarebbe un altro balzo in avanti".


Welt
La Germania sta rallentando il pass vaccinale digitale, l'Austria, la Grecia e altri stanno accelerando. Vuoi consentire i viaggi in tutta Europa rapidamente con la prova. Ma ci sono due grossi problemi.
È un incidente o solo una percezione distorta della realtà nella bolla di Bruxelles? Nella sua lettera di invito ai capi di governo europei per il video vertice di questa settimana, il presidente del Consiglio dell'UE Charles Michel non menziona nemmeno l'argomento delle registrazioni delle vaccinazioni o dei certificati di vaccinazione. Il ritorno alle vecchie libertà dopo un anno di pandemia corona è una delle questioni più importanti per gli europei.
Il "passaporto verde" in Israele è già diventato un simbolo di libertà per molte persone in Europa. Il certificato di vaccinazione digitale viene utilizzato lì come biglietto d'ingresso per il teatro, i negozi e, se possibile, i viaggi a lunga distanza. Tuttavia, a differenza dell'UE, più del 70% degli israeliani è vaccinato. Secondo un sondaggio dell'associazione digitale Bitkom, quasi due terzi di tutti i tedeschi vorrebbero anche avere un certificato di vaccinazione digitale non appena vaccinati. I paesi dell'UE, Danimarca e Svezia, hanno già annunciato che introdurranno tale certificato il 1 ° giugno. Ma un tale passaportto ha senso solo se non solo garantisce la libertà di movimento nel proprio paese, ma consente anche viaggi internazionali. Per fare ciò, tuttavia, i governi dell'UE dovrebbero prima raggiungere un accordo e riconoscere reciprocamente tale documento.
Ecco perché le aspettative per il video summit di Corona giovedì sono alte, anche se l'argomento non è ufficialmente all'ordine del giorno. Secondo le informazioni WELT, si può ritenere certo che la Commissione UE, in collaborazione con gli Stati membri, presenterà nelle prossime settimane una soluzione che salverà le vacanze estive del 2021

La SPD accusa Spahn di mancanza di professionalità


The Times
"Alle scuole è stato detto di elaborare in autonomia i propri voti d'esame", è il titolo del Times, che dice che la mossa ha suscitato preoccupazioni sulla "credibilità" del massimo dei voti alla maturità e agli scrutini. Gli esperti avvertono che il piano potrebbe portare a un'impennata dei voti con poca coerenza, così come "una valanga di ricorsi".



The Guardian
Gli insegnanti avranno ampi poteri per decidere i voti degli esami in Inghilterra quest'anno, in una mossa che è stata accolta con favore dai dirigenti scolastici ma ha portato avvertimenti di "inflazione estremamente elevata" a causa della mancanza di una guida chiara.
Le regole annunciate dal segretario all'istruzione, Gavin Williamson, enfatizzeranno "equità e flessibilità" nel modo in cui ogni scuola decide di assegnare voti di livello A, GCSE e professionali per sostituire gli esami estivi che sono stati eliminati dal governo all'inizio di quest'anno. Dopo il furore della scorsa estate, gli algoritmi non verranno utilizzati.
Invece, agli insegnanti verrà chiesto di valutare più di 1,2 milioni di alunni in Inghilterra "su ciò che è stato insegnato loro" utilizzando prove della loro scelta e le scuole non saranno tenute a utilizzare i risultati precedenti come guida. L'approccio è un tentativo di superare le forti disparità di apprendimento perduto tra gli alunni, causate dalla chiusura delle scuole e dalle interruzioni durante la pandemia Covid.


Daily Telegraph
Il Daily Telegraph riporta che ci sono timori per una ripetizione del "caos" degli esami estivi dell'anno scorso, prima che il Dipartimento per l'Educazione annunci che gli esami di fine anno saranno volontari. Dice che le commissioni d'esame prepareranno i test, ma gli insegnanti saranno autorizzati a scegliere se usarli o meno. Il giornale dice che un membro del comitato Ofqual che consiglia sugli esami, Sir Jon Coles, si è dimesso e sta criticando pubblicamente il governo, dicendo che i piani rischiano un risultato "molto peggiore dell'anno scorso".


NYT
La California, con 50.000 vittime, ha più morti di qualsiasi altro stato
Uno studio che ha esaminato l'ampia diffusione del vaccino Pfizer conferma che è altamente efficace. Gli Stati Uniti prevedono di inviare milioni di maschere alle comunità vulnerabili.
Mercoledì la California ha superato le 50.000 morti note per coronavirus , il primo stato a raggiungere quell'agghiacciante traguardo.
La notizia arriva come un cupo promemoria che i recenti progressi compiuti dallo Stato contro la pandemia potrebbero essere fragili. La maggior parte di queste morti sono state registrate di recente, durante una spaventosa ondata invernale che ha seguito un periodo di conteggi di casi relativamente bassi e una speranza crescente che il virus potesse essere controllato fino all'arrivo dei vaccini.
Secondo un database del New York Times , la California, lo stato più popoloso del paese, ha registrato una media di oltre 560 morti al giorno al suo picco a gennaio. Al contrario, per gran parte di novembre, ha registrato in media meno di 50 morti al giorno.
Ci sono voluti quasi 10 mesi perché la contea di Los Angeles raggiungesse i 400.000 casi, ma poco più di un mese per aggiungerne altri 400.000, dal 30 novembre al 2 gennaio.
Sebbene lo stato abbia riportato più morti totali di qualsiasi altro nella nazione, è tutt'altro che il più colpito rispetto alle dimensioni della sua popolazione. Almeno 30 stati hanno segnalato più decessi totali pro capite e il New Jersey ne ha registrati il doppio.
Il calcolo della perdita di vite umane nella vasta distesa della California smentisce l'impatto irregolare del virus sulle comunità di colore più povere, in particolare nella Central Valley e Los Angeles.
I latini, che hanno più probabilità di altri californiani di lavorare in industrie essenziali e meno probabilità di avere le risorse o lo spazio per isolarsi se vengono infettati, si sono ammalati e sono morti a tassi sproporzionatamente alti. I dati statali mostrano che i latini, che costituiscono il 39% della popolazione statale, hanno rappresentato il 46% delle morti in California.
Una nuova variante del coronavirus si sta diffondendo a New York, rapporto dei ricercatori
Una nuova forma di coronavirus si sta diffondendo rapidamente a New York City e porta una mutazione preoccupante che potrebbe indebolire l'efficacia dei vaccini, hanno scoperto due team di ricercatori.
La nuova variante, denominata B.1.526, è apparsa per la prima volta in campioni raccolti in città a novembre. Entro la metà di questo mese, rappresentava circa una sequenza virale su quattro che appariva in un database condiviso dagli scienziati.
Uno studio della nuova variante, condotto da un gruppo del Caltech, è stato pubblicato online martedì. L'altro, dei ricercatori della Columbia University, non è ancora pubblico.
Il dottor Nussenzweig ha detto di essere più preoccupato per la variante a New York che per quella che si sta rapidamente diffondendo in California . Ancora un'altra nuova variante contagiosa, scoperta in Gran Bretagna, conta ora circa 2.000 casi in 45 stati. Si prevede che diventerà la forma più diffusa di coronavirus negli Stati Uniti entro la fine di marzo.
I ricercatori hanno esaminato il materiale genetico del virus per vedere come potrebbe cambiare. Esaminano le sequenze genetiche del virus prelevate da una piccola percentuale di persone infette per tracciare l'emergere di nuove versioni.



Dalla Redazione

Todo noticia (Cile) 
Allerta Azione contro la Fame sulle devastazioni della pandemia in America Latina.
Gli studi sul campo della ONG in America Centrale, Colombia e Perù mostrano l'aumento della crisi alimentare a causa del covid-19. La pandemia di coronavirus rende difficile sfamare milioni di persone nel continente giovane. Le molteplici devastazioni economiche della crisi sanitaria hanno avuto un effetto devastante nell'ultimo anno in una regione nota per i suoi alti livelli di informalità. Anche prima che scoppiasse il COVID-19, una persona su tre non aveva più accesso al cibo necessario per uno sviluppo sano, e ora tre studi sull'azione contro la fame in quattro paesi - Colombia, Perù, Guatemala e Nicaragua - mostrano che la situazione è peggiorata nelle limitazioni e carenze di mobilità. La frase "abbiamo più paura della fame che del covid-19" prende sempre più piede in America Latina. Più di 10 milioni di persone nella regione hanno affrontato una grave insicurezza alimentare nel 2020, una cifra che è triplicata rispetto ai 3,4 milioni del 2019. La radiografia è allarmante. Circa quattro milioni di persone attualmente hanno difficoltà a mangiare con parametri minimi di quantità e qualità nutritiva nel cosiddetto corridoio secco del Centro America, che si estende dal Nicaragua al Messico meridionale. La situazione dei migranti è critica anche nella vicina Colombia, principale Paese ospitante della diaspora venezuelana. "Il mondo ha anche bisogno di una curva di recupero della fame", ha scritto Olivier Longué, direttore di Azione contro la Fame. “Come l'economia, a volte il cibo ha bisogno di incentivi. Sotto forma, ad esempio, di trasferimenti di denaro, una nuova forma di aiuto che semplifica la distribuzione e la logistica del cibo ripristinando le economie locali” .


Kommersant.ru
Il Ministero dell’Agricoltura russo sta valutando l’ipotesi di erogare i sussidi per giardinaggio solo a condizione che i semi e le piantine siano di origine russa. L’iniziativa è spinta dai fornitori locali delle piantine che propongono anche l’applicazione dei dazi alle piantine e al materiale da piantagione. Attualmente nel 45% dei giardini di nuova piantagione usano materiale da piantagione d’importazione e, secondo il monito lanciato dal personale addetto al giardinaggio, l’applicazione dei dazi potrebbe provocare la crescita dei prezzi dei prodotti finali. Attualmente i sussidi governativi per giardini di nuova piantagione ad alta intensità variano da 33.300 a 39mila euro per 1 ettaro di terreno. Secondo alcuni produttori agricoli russi però il rapporto qualità/prezzo per piantine importate sono soddisfacenti per loro. E l’applicazione dei dazi per le piantine d’importazione provocherà l’impennata della richiesta delle piantine locali, portando, a sua volta, l’impennata dei prezzi per le piantine di origine nazionale.
 
Condividi