Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/olanda-ricercato-utrecht-era-stato-arrestato-per-legami-isis-95b7ce14-a5c5-4940-91f7-37cab22fe4a7.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il presunto aggressore

Olanda, ricercato a Utrecht era stato arrestato per "legami Isis"

Condividi
Gokman Tanis, il 37enne di origini turche, ricercato per la sparatoria a Utrecht, in Olanda, "era stato arrestato alcuni anni fa per presunti legami con l'Isis e poi rilasciato": lo ha riferito un uomo d'affari turco alla Bbc turca, aggiungendo che Tanis era andato a combattere anche in Cecenia. Aveva legami con l'Isis, ma anche una fedina penale da criminale comune.

Tanis sarebbe stato l'autore di una rapina a Best nel febbraio 2012, fermato per un tentato omicidio a dicembre 2013, avrebbe aperto il fuoco in un appartamento nel quartiere di Kanaleneiland a Utrecht a maggio 2014, avrebbe minacciato un agente a ottobre 2014, guidato in stato di ebbrezza a novembre 2014, distrutto una vetrina a Utrecht a ottobre 2015, fatto danni in una stazione di polizia a luglio 2017, e infine avrebbe commesso una violenza sessuale per la quale due settimane fa sarebbe comparso davanti ai giudici in tribunale. 

Oggi Tanis è il principale sospettato della sparatoria dove sarebbero morte tre persone e 5 sarebbero rimaste ferite. La sua foto segnaletica è stata diffusa dalla polizia olandese con questa raccomandazione. "Se lo vedete, non avvicinatevi a lui e chiamate il numero 0800-6070", ha scritto la polizia in un tweet. 

Il movente di tipo terroriristico non è l'unica pista seguita dagli investigatori. Come seconda ipotesi, il portavoce della polizia olandese Bernard Jens, ha spiegato all'emittente Nos che "potrebbe essere stato un crimine legato a motivi personali". Da ore è in corso la caccia al sospetto visto in un edificio non lontano dal luogo della sparatoria.
Condividi