Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/omicidio-moglie-femminicidio-marito-operaio-Cologno-al-Serio-Bergamo-coltellate-peugeot-207-carabinieri-treviglio-fdfb6b72-d8b7-4d95-8b26-b6b9d173302e.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Caccia all'uomo

Uccide la moglie a coltellate e fugge, l'uomo è ricercato in tutta la Bergamasca

La donna è morta subito dopo l'arrivo dei medici, fatali le due coltellate al collo e al petto. Carabinieri sull'omicida: "Non escludiamo nessuna eventualità sulla sua sorte"

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Sono state rese note le generalità dell'operaio che alle 2 della notte, ha ucciso a coltellate la ex compagna. L'uomo si chiama Maurizio Quattrocchi, un italiano di 47 anni, originario della Sicilia. La vittima Zinaida Solonari, una donna di origine moldava di 36 anni, è stata uccisa con due coltellate al petto e al torace che non le hanno lasciato scampo, nonostante l'immediato arrivo sul posto dei medici.

Zina, così la chiamava chi la conosceva, era andata ad abitare a casa della sorella, a causa delle continue liti con il coniuge, insieme alle tre figlie di 8, 12 e 16 anni - quest'ultima era nata da una precedente relazione - e stava rincasando, dopo il turno di lavoro presso un ristorante della zona. Il delitto è avvenuto fuori dell'abitazione della sua congiunta a Cologno al Serio, in provincia di Bergamo. 

Quattrocchi dopo il delitto è scappato su una "Peugeot 207 chiara grigio o carta da zucchero", come hanno fatto sapere le Forze dell'ordine in una nota. 

L'omicida è tutt'ora attivamente ricercato dai Carabinieri della Compagnia di Treviglio e del Nucleo Investigativo provinciale di Bergamo che hanno disposto posti di blocco e battute di ricerca in tutta la zona intorno a Cologno al Serio (Bergamo) dove è avvenuto l'omicidio, comprese le arterie stradali che portano fuori città. Ispezioni e ricerche anche nelle stazioni dei mezzi pubblici e delle Ferrovie.

"Abbiamo attivato un dispositivo di ricerca in tutta la Bergamasca e anche oltre. Le ricerche continueranno finché non avremo trovato Maurizio Quattrocchi. Non possiamo al momento escludere alcuna eventualità sulla sua sorte", è quanto ha dichiarato il Comandante provinciale dei Carabinieri di Bergamo, colonnello Paolo Storoni,  che coordina le indagini sull'omicidio.
Condividi