Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/paracadutista-morto-precipita-aeroporto-di-Cremona-Migliaro-Sky-Team-Cremona-dccc9069-ca57-4c0d-8797-89ff355e2535.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Incidente al Migliaro

Cremona: paracadutista precipita e muore, aveva già fatto 100 lanci

Troppo gravi le ferite riportate nell'impatto con il terreno. Probabile causa tragedia mancata apertura del paracadute

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Tragico incidente all'Aeroporto del Migliaro, a Cremona, dove un paracadutista, il cui nome è Carlo Maestri, è precipitato in un campo a 100 metri dal piazzale dove sono ubicati gli uffici dell'aeroscalo ed è morto.

I soccorritori prontamente intervenuti sul posto non hanno potuto salvarlo. Vano il massaggio cardiaco e tutte le pratiche rianimatorie poste in essere, a lungo praticate dagli operatori sanitari del 118 intervenuti con automedica: troppo gravi le ferite riportate nell'impatto con il suolo. I sanitari non sono riusciti a strapparlo alla morte.

Carlo Maestri, era componente dello Sky Team Cremona, aveva 60 anni ed era originario di Parma ma era residente a Sant'Ilario d'Enza, in provincia di Reggio Emilia. L'uomo aveva al suo attivo 100 lanci. Lavorava presso una compagnia di riprese aeree. Lascia un figlio, Daniele.

Stando alle prime indagini e alle testimonianze raccolte dalla Polizia, Maestri e il suo istruttore si sono lanciati singolarmente dal velivolo ma il paracadute del 60enne non si sarebbe aperto. Parrebbe che, a questo punto, Maestri abbia tentato di aprire il paracadute d'emergenza ma era troppo tardi in quanto troppo vicino al terreno. Inevitabile il drammatico impatto. 

Sono ancora in corso accertamenti e sopralluoghi da parte della Polizia.
Condividi