Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/profughi-siria-milano-salvini-14e28c12-9a78-45f9-b022-a8ecdd51cf77.html | rainews/live/ | true
MONDO

Osservatorio Siriano per i Diritti Umani

Siria, scontri tra jihadisti: 60 mila sfollati. Centinaia di arrivi a Milano, dormono in stazione

Oltre 60 mila le persone costrette a scappare. Drammatica la situazione a Milano, dormitori stracolmi. Unicef denuncia: scafisti a quattro ruote che chiedono cifre esorbitanti per portare i profughi nel Nord Europa

Condividi
E’ una guerra fratricida dentro la guerra civile, quella che ha costretto 60 mila civili a fuggire dalla provincia di Deir Ezzor, nell’est della Siria, dove infuriano i combattimenti tra due opposte fazioni di jihadisti. Da un lato i qaedisti di Al Nusra, sul fronte opposto lo Stato Islamico di Iraq e Siria.

Osservatorio Siriano per i Diritti Umani: oltre 60 vittime negli ultimi giorni 
A sostenerlo, da Beirut, l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, secondo cui negli ultimi giorni, gli scontri tra fazioni rivali di integralisti hanno provocato la morte di 62 persone, migliaia quelle che si contano da gennaio.

Profughi siriani affollano Milano 
La Siria in ginocchio dopo tre anni di esplosioni, scontri, morti, sangue e bombardamenti è un’emergenza che esplode anche in Italia. A Milano, non si fermano gli arrivi alla Stazione Centrale: i treni partiti dal Sud scaricano continuamente migranti stremati dalla fuga e dalla fame. Arrivano e dormono nei mezzanini delle stazioni e della metropolitana, solo alcuni riescono a trovare posto nei dormitori, stracolmi.

Scontro Lega-Comune di Milano
“Vanno aiutati nel loro Paese – è l’attacco del segretario della Lega, Matteo Salvini - vanno bloccate le partenze e Mare Nostrum va sospeso". La Giunta del Comune di Milano, cui Salvini ha consigliato di “darsi una sveglia”, affida la risposta per il leader leghista all'assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino, che da mesi chiede invano l'aiuto dei governi che si sono succeduti: "Salvini è veramente un infame. Si è fatto un giretto elettorale in stazione e si è accorto dei siriani. E chiede cosa fa il Comune. Lui. Ecco, gente così stia zitta".

Unicef denuncia gli "scafisti a quattro ruote" 
A chiedere un intervento da Roma è anche Unicef Italia che, tra l'altro, denuncia anche "gli scafisti a quattro ruote che chiedono cifre esorbitanti per treni e macchine per portare i siriani in Germania o in Svezia".

Onu, difficili aiuti umanitari 
Per chi non fugge, come ha detto pochi giorni fa Valerie Amos, il capo delle operazioni umanitarie dell’Onu, la situazione è “lungi dal migliorare, si sta aggravando”: l’accesso agli aiuti umanitari è difficilissimo per la popolazione siriana, il Segretario Generale dell’Oni Ban Ki-Moon ha attributo la responsabilità a tutte le parti del conflitto, criticando in modo particolare il governo di Damasco. 
Condividi